Vampiri, belli e dannati raccontati da Simona Busto

Simona Busto e il suo The Vampire Community, la mia opinione.

The Vampire Community è il romanzo a tema vampiresco dell’autrice Simona Busto. I vampiri sono sempre un tema attuale nel mondo del fantasy, purtroppo si rischia di leggere opere similari e scopiazzate o comunque, anche senza volerlo, che abbiano inevitabilmente spunti comuni.

Simona Busto mi ha piacevolmente colpito per l’originalità della trama, una Community del mondo social, per cui certamente attuale e verosimile, dove s’incontrano gli amanti del mondo misterioso dei non morti: i vampiri.

41ks0hnrzzl-_sx331_bo1204203200_
La storia è incentrata su una giovane ragazza di diciannove anni, Vivienne. Lei vive con il ricordo del padre e, l’averlo perso, è un dolore con il quale deve convivere ogni giorno. Il rapporto con la madre e la sorella è conflittuale e la convivenza con loro non giova al suo stato emotivo. L’unico luogo dove riesce a sfogarsi e ad avere un momento di relax, paradossalmente è la community Vampire.

Il tema è il genere fantasy, ma non siamo lontani dalla realtà, forse e dico forse, non esistono i vampiri, ma i conflitti con la famiglia e il rifugio nei social, spesso in comunità pericolose, è una realtà che dovrebbe far riflettere. Vivienne si trova a vivere un momento particolare, tragico, e la sua stessa vita sarà messa a rischio; accade ai giovani di essere in pericolo a causa di cattive conoscenze e incontri spiacevoli con soggetti pericolosi, non saranno vampiri, ma possono essere considerati dei “mostri” anche loro.

Questa non sarà una recensione comune, ma ciò che conta, credo, sia l’opinione sul romanzo: The Vampire Community è una bella storia, scritta bene con uno stile accattivante e con uno stile molto apprezzato dalla sottoscritta.

Scrivere e parlare di vampiri non è facile e talvolta arrivare al finale della storia rappresenta un rischio per l’autore e il lettore; il mondo letterario è saturo di questi esseri, negli ultimi anni abbiamo conosciuto anche i vampiri “buoni” ma esseri che si nutrono di sangue umano non li definirei “buoni”. Abbiamo il ritorno del vampiro crudele, che segue solo il suo istinto di cacciatore di sangue e prede succulente.

La trama è strutturata bene, ci sono tutti gli ingredienti necessari per leggere una storia: paura, terrore, amore, mistero e quel pizzico di patos intrigante per rendere completa la trama.

Libro da leggere, se amate i vampiri, questa è una lettura consigliata.

Tiziana Cazziero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...