Monica Schianchi si racconta al The Pink Cafè

 

Ben tornati al club letterario The Pink Cafè, oggi vi presentiamo l’autrice Monica Schiachi, ci parlerà della sua esperienza come autrice e del romanzo Incontri in Maschera.

Incontri in maschera

Sinossi

51ya9cpg00l-_sx329_bo1204203200_Torino 2030.
“Incontri in maschera” è uno dei migliori punti di ritrovo per tutti coloro che abbiano voglia di incontri sensuali nella massima sicurezza e discrezione.
Per Altea, professoressa universitaria, è l’occasione ideale per liberare i propri istinti senza avviare una relazione sentimentale. La vita l’ha scottata troppe volte perché lei abbia voglia di esporre di nuovo il suo cuore.
Forse, però, un incontro che non aveva previsto le farà cambiare idea.
Forse il suo cuore è pronto ad aprirsi di nuovo.

Intervista a Monica Schianchi

1. Quando hai realizzato che la scrittura oltre a essere una passione intima e personale poteva essere qualcosa di più da condividere con il mondo esterno?

Ho capito che volevo scrivere a 8 anni, praticamente quando mi è frullata in testa la prima trama. Già da lì non pensavo che avrei scritto per me. Scrivere è sempre stato anche una valvola di sfogo, ma ho sempre pensato che avrei voluto che anche gli altri leggessero i miei scritti e li apprezzassero, da ragazzina il mio sogno era di vedere un libro con il mio nome sopra, devo ammettere che riuscirci è una bella emozione.
2. La prima storia che hai scritto, la ricordi? E poi stata pubblicata?

Oh sì, eccome, la prima “storiella” l’ho scritta sempre a 8 anni, 10 pagine a mano con i disegnini, l’ho regalata a mia sorella per Natale, se ci penso fa un po’ ridere e un po’ venire i brividi, ahahah Emoticon smile era una storiella paranormale che è stata poi lo spunto per quello che è stato il mio primo libro, Il Potere dell’Amore – Le guerre dei Clan, scritto a 13 anni, un paranormal dai toni romance. L’ho pubblicato a 18 anni, dopo averlo rivisto qualche centinaio di volte, con una CE a pagamento di cui non vado fiera, ma all’epoca pensavo fosse seria.
3. Qual è il genere che preferisci e perchè?

Adoro i romanzi storici, soprattutto quelli di ambientazione romana e greca. In realtà leggo moltissimi generi, dai romance, ai fantasy, ai classici… Li leggo praticamente tutti, ma i romanzi storici sono imbattibili, per me. In genere li apprezzo di più se c’è anche la storia d’amore perché sono parecchio romantica, ma non è un must. L’ambientazione romana, soprattutto quella del I sec a.C. e dell’età imperiale, è la mia preferita, sono romanista fino al midollo e adoro la figura di Cesare.

4. Come ti sei avvicinata al mondo editoriale? Quando hai detto: sì, lo faccio?

In parte ho già risposto, quando avevo 18 anni il libro era finito e volevo che venisse valutato e pubblicato. Ho provato con questa CE e quando sono stati disposti a pubblicare ho accettato senza pensarci troppo, ero così felice e incredula. Solo dopo ho scoperto che probabilmente non avevano neanche letto il libro… All’epoca pensavo che tutte le CE fossero a pagamento, poi su Facebook ho iniziato a conoscere altri scrittori, ho scoperto le CE free e l’autopubblicazione. Tornassi indietro con consapevolezza risparmierei del denaro, d’altro canto è stato il primo passo per sboccarmi e farmi conoscere questo mondo


5. Cosa significa per te la scrittura? E come ti vedi nel futuro?

Wow, carina questa Emoticon smile la scrittura secondo me è tante cose, non credo sia soltanto la possibilità per l’autore di sfogarsi e per il lettore di emozionarsi, credo che sia una possibilità di arricchimento per entrambi. Scrivere mi fa riflettere, sulla vita, sul genere umano, sulle mie ideologie, sui sogni; spero con i miei libri di essere in grado di fare anche quello, non soltanto di far battere il cuore di fronte ad una scena romantica (che comunque non é facile), ma anche di portare a riflettere su tematiche attuali o passate, di interessarsi a nuovi mondi, di ampliare il proprio punto di vista, mi piacerebbe che il lettore dicesse: “cavolo, questo libro mi ha lasciato qualcosa”.                                                  Un po’ ambizioso, forse?
Il futuro è molto incerto, forse perché ho 21 anni e mi sembra di avere ancora tutte le porte aperte, sto ancora pensando se provare a fare il dottorato o cercare magari un altro lavoro, dopo la magistrale, che mi lasci tempo per scrivere. Non so se vivrò in Italia, diciamo che non so ancora niente. So che scriverò sempre, spero di aver portato a termine tutti i miei progetti e di essere arrivata a tanti lettori, questo sì


6. La tua ultima opera pubblicata è “Incontri in Maschera”, vuoi parlarcene? Come nasce questa storia?

Sì, Incontri in maschera è la storia di una neo docente Universitaria, Altea, che in passato è stata delusa dagli uomini, decide pertanto di iscriversi ad un locale “Incontri in maschera”, appunto, per avere relazioni esclusivamente sessuali. Un giorno però la sua migliore amica la trascina ad uno speed date e qui conosce Federico, un uomo che sembra molto diverso dagli altri e potrebbe farle cambiare idea.
La storia nasce in modo bizzarro, ricordo benissimo che parlavo con il mio ragazzo di classifiche, di Amazon, e mi chiedevo perché l’erotico vendesse tanto, ricordo di aver detto “e che ci vuole a scriverlo? Basta parlare di una donna…” In 3 parole ho buttato giù l’ossatura della trama in modo del tutto ironico, poi ci ho pensato meglio e mi sono detta che non era niente male. L’ho arricchita molto ovviamente, con la mia fissazione per le Lettere Classiche, temi di sessualità, femminilità e o omosessualità, che mi stanno tutti molto a cuore.


7. Mi sembra di capire che il testo è ad alto tasso erotico, così è scritto nella descrizione su Amazon, come mai questa scelta? Genere letterario amato o forse, scusami la domanda, genere che vende di più al momento?

In realtà secondo alcuni miei lettori definirlo “erotico” è riduttivo, io all’inizio l’avevo inserito in quella categoria per le scene di sesso esplicite, ma poi siccome c’è anche del romanticismo e una parte drammatica l’ho spostato tra i romance e ho messo l’avvertimento per i lettori che magari non gradiscono le scene di sesso molto esplicite. Diciamo che l’idea è venuta pensando al genere erotico che vende molto, però non ho seguito il tipo di erotico che vende per la maggiore, non c’è neanche una scena sado, per dire. Ho voluto usare l’erotismo per far vedere il percorso di crescita e di “guarigione” della protagonista


8. Hai trovato delle difficoltà nella descrizione delle scene erotiche?

No, non ho praticamente mai difficoltà a scriverle, anche se in genere sono piuttosto lenta. C’è da dire che mi baso molto sulla mia esperienza e difatti scriverle dal punto di vista maschile nel libro attuale mi preoccupava un po’, fortuna che posso chiedere al mio ragazzo se secondo lui vanno bene


9. Il futuro è nel self Publishing? Cosa ne pensi?

Probabilmente sì. Il self è davvero una buona alternativa alla casa editrice. Le piccole e medie CE in genere non fanno molta pubblicità, e come ho già detto alcune volte l’uguaglianza casa editrice-qualità è davvero sopravvalutata. Io consiglierei sempre il self, almeno le royalty per l’autore sono più alte e si può decidere tutto in autonomia, personalmente ci rinuncerei soltanto per una mega big.


10. Progetti per il futuro? Hai qualche anticipazione per noi?
Grazie della disponibilità.

Sto finendo adesso di scrivere “La propria strada”, il prequel di “Incontri in maschera”, che uscirà a fine aprile. Spero di aver fatto un lavoro all’altezza del primo, non ho pochi timori. Ho poi molti altri progetti, tra cui un romanzo storico sul quale forse mi butterò dopo questo (laurea in arrivo permettendo) poi ho un new adult tra quelli più immediati, diciamo, in realtà ne ho di più.

Ringraziamo Monica Schianchi per il suo tempo.

Tiziana Cazziero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...