Intervista a Laura Cassitto, conosciamola insieme

Ben tornati al club letterario The Pink Cafè, oggi conosceremo meglio l’autrice Laura Cassitto, si è raccontata per noi, svelando qualcosa sulla sua vita di blogger e scrittrice, presto in libreria con una casa editrice.

Non perdetevi questa intervista, la vedrete spesso su questo blog come collaboratrice, leggete QUI.

Laura Cassitto chi è?

Laura CassittoNasce nel 1993 a Torino ed è in Piemonte che trascorre la sua infanzia, crescendo a pane e libri. Intraprende un percorso scolastico che la qualifica Estetista nel 2010, abilitandosi qualche anno più tardi. A poco a poco scopre una grande passione, quella per la scrittura, ed è grazie a quest’ultima che decide di dar luce al suo primo romanzo “Una nuova vita”. Solo pochi mesi dopo realizza un secondo romanzo intitolato “Ascolta il mio silenzio”; l quale segue Le cicatrici dell’anima.

1. Ciao e ben trovata. Quando hai cominciato a scrivere?

Credo di essere nata con la penna in mano. Ho sempre scritto. Scrivevo lettere quando avevo qualcosa da dire alle persone a me care, scrivevo pensieri, ho tenuto molto diari segreti e, a tecnologia arrivata, blog personali. Tuttavia, non mi ero mai cimentata nei romanzi. Questa è una cosa che ho iniziato a fare da poco, in un periodo transitorio della mia vita in cui ho cominciato a sentire l’esigenza di trasmettere dei messaggi alle persone.

2. Quando è scattata in te la decisione finale: ora pubblico?

È scattata nel momento in cui stavo per terminare il mio primo romanzo. Volevo che qualcuno di esterno ed estraneo mi leggesse, avevo bisogno che quelle mie parole arrivassero a quante più persone possibili. Prima scrivevo solo per me, per sfogo personale, ora scrivo per tutti.

3. Qual è il genere che preferisci sia come scrittrice e lettrice?

Mi dicono che leggo libri strani, in quanto leggo libri di crescita personale (self help), biografie di grandi imprenditori e romanzi in cui vengono trattati temi sociali importanti. Quest’ultimo genere è quello che mi piace di più e, infatti, é quello che ho scelto di scrivere. I miei libri sono romanzi rosa in cui i protagonisti sono rimasti inevitabilmente segnati da una particolare esperienza che hanno vissuto. Sento l’esigenza di farlo perché sono dell ‘idea che si parli sempre troppo poco di determinati problemi che, invece, sono comuni. Parlandone si possono aiutare tante persone… un po’ come quando si ha l’influenza e qualcuno ti consiglia di assumere vitamina C perché quando gli è capitato di ammalarsi ha trovato giovamento nel bere spremute. Tutti soffriamo, ognuno di noi ha avuto i propri problemi, ma non se ne parla.. non si è mai disposti ad aiutare chi è nella situazione in cui eravamo noi o, cosa ancora peggiore, ci si dimentica di ciò che si è vissuto. Per me l’altruismo é alla base di tutto.

4. Ascolta il mio silenzio, puoi parlarci di questa opera e come mai questo titolo? Di cosa parla?

Ho ventidue anni e sono una ragazza un po’ diversa rispetto alle mie coetanee… questo perché ho vissuto cose che di norma le adolescenti non vivono. Inevitabilmente il non essere “normale” mi ha portato ad essere allontanata e allontanarmi io per prima da molte persone, chiudendomi in me stessa sempre di più. Purtroppo in giro c’è poca comprensione, le persone ti dicono “cavolo, ma non parli mai”, ma non cercano di capire cosa si nasconde dietro quel silenzio. Ecco perché “Ascolta il mio silenzio”. Jennifer, la proragonista, ha molto in comune con me… eccetto che lei viene salvata dell’affascinante Cedric mentre io… beh lasciamo perdere…


514bz5fsfil-_sx355_bo1204203200_5. La tua ultima pubblicazione è una raccolta di citazioni Le cicatrici dell’anima, come mai hai deciso di gettare nero su bianco questi versi e di pubblicarli?

Dovete sapere che io sono a dir poco fissata con le citazioni e gli aforismi. Conservo, infatti, un diario nel quale ne ho trascritte alcune. Così, una sera, avendo sempre la testa piena zeppa di pensieri ho iniziato a buttare giù un po’ di frasi. Inizialmente doveva solo essere l’ennesimo diario personale, ma poi mi sono resa accorta che in molti potevano rispecchiarsi in quelle frasi… ecco perchè ho poi deciso di pubblicare.


6. Quando hai scritto le citazioni chiuse nel libro?

Durante le notti passate a non dormire.


7. Hanno un significato particolare per te?

Certamente. C’è mezza vita mia chiusa là dentro. Le rileggo spesso per ricordarmi da dov’è che arrivo e dov’è che, invece, voglio arrivare.


8. Quanto c’è di te, in generale nei tuoi scritti?

C’è sempre molto di me nei miei scritti, in ogni personaggio, soprattutto nel principale, ci sono sempre molti lati di me, del mio carattere, dei miei pensieri, problemi o sogni.


9. Cos’è per te la scrittura e come ti vedi nel futuro?

Per me la scrittura è come l’aria: senza non potrei vivere. (Ecco vi ho creato una citazione a volo a volo ahahahahah).
Io sogno in grande, un domani mi vedo tra le librerie dei paesi di tutto il mondo. Sarò famosa come la Rowling


10. Siamo alla fine di questa chiacchierata, qualche anticipazione per noi? Porgetti futuri? Ci anticipi qualcosa?

Ho da poco terminato il primo volume di una trilogia. In ogni volume i protagonisti saranno coloro che nel volume precedente erano i personaggi secondari. Ora il libro l’ho mandato in valutazione a importanti CE, ma posso preannunciarvi che il simbolo dell’infinito è la chiave di questa trilogia.
Inoltre a breve, come molti di voi già sanno, Ascolta il mio silenzio indosserà i panni di una piccola CE e comincerò a fare un paio di presentazioni in libreria.

Grazie per la piacevole chiacchierata.

Tiziana Cazziero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...