“Amore tormentato”, l’intensità sublime della sensibilità e della forza di una storia davvero toccante.

Amore tormentato di Tiziana CazzieroAvere tra le mani l’opera “Amore tormentato” di Tiziana Cazziero è stata un’emozione non da poco.
Ho toccato con mano la sontuosità di una cover che mi invitava a scoprire la storia della protagonista ivi impressa e mi sono lasciata travolgere da ogni sua sfumatura.
Questa storia è riuscita a rapirmi fin dalle prime pagine, quando mi sono resa conto che la vita di Giorgia, la protagonista, mi avrebbe coinvolta più di quanto fossi stata in grado di aspettarmi.
Ho scoperto una donna diversa dalle solite, forte come poche e credibile in ogni sua parola, in ogni gesto, in ogni anfratto del suo essere.
Giorgia è una donna che ha dovuto scappare da un passato da dimenticare e non può permettersi il lusso di guardarsi alle spalle così come, allo stesso tempo, non riesce ad allungare lo sguardo troppo innanzi a sé.
Pensa di non avere futuro, delusa e sofferente, amareggiata e traumatizzata da un’esperienza che le ha provocato un dolore difficile da accettare e assolutamente devastante quando si tratta di violenza.
Giorgia è una donna dei giorni nostri, di un sud Italia ancora molto, troppo legato alla rigidità di regole che non si evolvono e che rinchiudono le vite dei giovani nelle gabbie costruite dai vecchi.
A restituirle una nuova occasione di vita è la voglia di evasione e di allontanamento dal suo paese di origine per rifugiarsi lontano: in Cornovaglia. Un luogo incantevole e magico, descritto con minuzia dei particolari dall’autrice che ha saputo catapultarci in un’atmosfera nuova, ben diversa da quella vissuta dalla protagonista in Italia, evidenziando le differenze culturali e sociali, morali e ambientali dei due luoghi e lasciandoci capire quanto cambiamento possa esserci in una decisione tanto radicale, quando si vuole cambiare vita.
Per Giorgia sembra essere finita la gioia di vivere, almeno in parte e fino a quando non incontrerà Alex, un uomo tanto affascinante quanto misterioso che è in grado di restituirle la serentà perduta e la fiducia verso il prossimo, almeno in apparenza.
Infatti, quest’uomo nasconde, a sua volta, un segreto a lungo celato, così come diversi altri personaggi che, nel corso degli eventi, ricopriranno un ruolo di rilievo in grado di sviluppare l’intera storia in modo tanto inatteso quanto sorprendente.
Questa storia è come una lama affilata pronta a ferire anche solo superficialmente chi vi si avvicina troppo.
L’autrice affronta argomenti tanto forti quanto importanti, attuali, delicati e scottanti: la violenza sulle donne, la voglia di rivalsa di chi ha sofferto troppo e l’istinto a ricominciare, il desiderio di amare e la perdita della fiducia nella vita e nel prossimo. E ci si comincia a chiedere, quasi senza rendersene conto, pagina dopo pagina, quante di queste sensazioni forti e contrastanti, allo stesso tempo, possano toccare le radici dell’animo umano fino a far male per riflettere sul dolore.
La scorrevolezza di questa storia, per la quale è stato usato un linguaggio in alcuni punti molto crudo e forte, ma deciso e autentico, e in altri più delicato e piacevole, mi ha trasmesso tutte le sensazioni vissute dai personaggi, raccontandomi senza mezze misure le loro emozioni e le loro sofferenze con l’anima denudata di chi deve ricominciare a vivere.
L’opera è stata ben congeniata, costruita con minuzia dei particolari e ben ponderata nella descrizione dei luoghi e delle caratteristiche dei personaggi. Mi ha convinto totalmente la profondità dell’introspezione degli stessi e del loro vissuto, l’autentica essenza che ha reso credibile tutto il racconto.
L’autrice mi ha messo faccia a faccia con la sofferenza e il dolore di chi grida senza aver voce, di chi cerca una rivalsa senza potersi del tutto alzare da una caduta con cui si è frantumato ossa e cuore, anima e testa con il sogno che una speranza possa concretizzarsi un giorno grazie a uno sguardo, a una stretta di mano, alla voglia di riappropriarsi della propria vita e alla costanza di credere che questo sia possibile.
La cover è a dir poco magnifica. Ho acquistato anche la versione digitale, ma vi assicuro che toccare con mano il libro vero e proprio mi ha dato una sensazione di autenticità e credibilità davvero forte del contesto stesso in cui è offerta la storia.
Questa storia, dal titolo alla cover, dalla trama alla genialità dell’autrice merita il dieci con la lode e la consiglio a chi vuole farsi travolgere da emozioni davvero forti.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

2 pensieri su ““Amore tormentato”, l’intensità sublime della sensibilità e della forza di una storia davvero toccante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...