Torna “Fashion Love: anche le commesse sognano” di Sara J. Del Consile.

Molti di voi si ricorderanno questo titolo e soprattutto il suo nome, perché Sara J. Del Consile qualche tempo fa autrice self, si fece conoscere con l’opera “Fashion Love – Anche le commesse sognano” e ora l’opera che ha incuriosito già molti lettori a suo tempo, torna in una nuova edizione targata Butterfly Edizioni.

Ma scopriamo insieme la storia.

Mia è una giovane commessa milanese con una grande passione per la moda e un enorme sogno nel cassetto: trovare l’amore. Imbranata, combina guai e goffa, è solita fare figure imbarazzanti nei momenti meno opportuni. Tra sfavillanti uscite a base di Cosmopolitan con i suoi migliori amici Gabri e Barbie, favolosi eventi di moda e il suo amato/odiato lavoro di commessa, Mia non smette mai di sognare a occhi aperti e di fantasticare sul principe azzurro, finché un giorno il suo più grande sogno sembra realizzarsi. Diego, un affascinante ragazzo dall’aria misteriosa, arriva a Fashion Love, il negozio in cui lavora Mia. Ma Diego sarà davvero il grande amore che Mia sogna da sempre, quello che ha sempre cercato invano fino a quel momento? È entrato nella sua vita per caso, come la migliore delle occasioni che si presenta puntuale quando meno te l’aspetti e c’è una cosa che Mia sa perfettamente: nella città delle mille occasioni, solo una stupida può lasciarsene sfuggire una così allettante, con due occhi blu come il mare e un fisico da urlo! Diego, però, nasconde il suo passato e non permette a nessuno di avvicinarsi abbastanza a lui da conoscerlo veramente… Ma in amore e in guerra tutto è permesso e Mia gli darà del filo da torcere…

16910970_147804829067717_1915415892_o

DATI TECNICI.

TITOLO: Fashion love 1 – Anche le commesse sognano

SERIE: Fashion love #1

AUTORE: Sara J. Del Consile

EDITORE: Butterfly Edizioni

GENERE: chick-lit

PREZZO: Ebook € 2,99 (in offerta la prima settimana di uscita) su KU e Amazon

Tiziana Iaccarino.

Annunci

“Spogliami l’anima” è una storia che sa come denudare l’anima.

Questa storia mi ha colpita al primo colpo d’occhio a partire dalla copertina che, come ho sempre sostenuto, deve essere il biglietto da visita giusto per ogni storia, poi la trama e a seguire l’intera opera.
Vi anticipo subito che è una storia molto forte, per niente semplice, in quanto tratta un argomento tanto attuale quanto delicato che è la violenza sulle donne.
La protagonista, Layla, subisce una violenza atroce da giovanissima, atto che avrà delle conseguenze sul resto della sua vita: una figlia in arrivo e l’abbandono da parte di una famiglia di origine che non accetta la sua scelta di portare avanti una gravidanza indesiderata.
Mi sono chiesta chissà quante ragazze madri esistano al mondo, quante donne hanno subito la stessa terribile esperienza e soprattutto quante, tra loro, hanno fatto la stessa scelta di Layla. Perché, dopotutto, tenere un figlio concepito da uno stupro è un gesto coraggioso che smuove molte coscienze. Non è semplice scegliere e non si sa mai quale sia la decisione giusta da prendere, anche se si dovrebbe dire, giusto per liquidare in fretta la questione, che si debba sempre scegliere la vita.
Eppure chi parla spesso, non sa realmente cosa dice, perché mettersi nei panni di una donna che ha subito l’umiliazione e la violenza è una delle cose più difficili al mondo, secondo me.
L’autrice ha avuto la capacità di raccontare questa storia con grande tatto, soprattutto perché vi ha inserito una storia d’amore d’impatto, in grado di alleggerire tutto il contesto che, diversamente, sarebbe risultato molto più drammatico e pesante anche per il lettore.
Nella vita di Layla, infatti, entrerà Alexander, un aitante pediatra che riconoscerà negli occhi meravigliosi di lei quelli di una persona che pensa di aver già incontrato nella vita, da qualche parte, anche se non sa dove e come.
E qui evito di farvi spoiler e di anticiparvi altro, perché la storia va letta e merita.
L’unica cosa che avrei preferito trovare nella storia è una descrizione ampliata nel dettaglio dei personaggi e della trama in sé. Mi sarebbe piaciuto avere a disposizione molte più pagine da leggere, trovare un ampliamento che raccontasse la personalità dei protagonisti e soprattutto una storia d’amore che nascesse molto più a rilento, con maggiore calma. Ho trovato l’impatto amoroso troppo frettoloso tra i due, quando si incontrano, in quanto ho cercato di pensare a come sarebbe potuta essere nella realtà una storia del genere, data la sua profonda credibilità, e mi sono detta che se l’autrice avesse descritto il tutto con maggiore calma e minuzia, l’opera sarebbe stata ancora migliore.
Questo è un mio personale giudizio, naturalmente.
Certamente va premiato il coraggio di raccontare una storia non semplice.

spogliami-lanima-di-anna-genchi

Tiziana Iaccarino.

La Premiata Ditta T.&T. colpisce ancora! Il prossimo 14 Febbraio è in uscita l’opera: “Meglio soli ma non troppo!”

In tanti possono conoscerci attraverso la testardaggine con cui facciamo a gara io e Tiziana Cazziero, entrambe del segno del Toro, entrambe caparbie, entrambe rivoluzionarie, ribelli, pronte a lottare fino alla fine per dare seguito ai nostri ideali e a ciò in cui crediamo e, senza ombra di dubbio, la smodata passione per la scrittura rientra in questo quadro catastrofico di cose.

Spesso ci confondono o magari confondono le nostre opere, così io vengo a scoprire, un bel giorno, di essere stata l’autrice di una delle sue opere e lei di una delle mie, per sentire un po’ in giro chi parla di noi, perché abbiamo lo stesso nome e per alcuni una vale l’altra, forse è vero o forse no… anche se confondersi è facile diremmo, molto volentieri, che comunque, ciascuna ha un suo stile letterario, un suo percorso e una sua carriera, la sua voglia di emergere, di raccontare, di sconvolgere, di rendersi parte integrante di non si sa bene che tipo di mondo… parliamo di scrittori, eh? Quindi robaccia, direbbero alcuni!

Ma a volte questa robaccia partorisce pure incredibili soddisfazioni per mano, anzi si direbbe meglio per penna di ciascuna di noi e a volte sembriamo persino in simbiosi, tanta diventa la voglia di raccontarsi all’altra, magari persino di dirci… “Ma chi ce lo fa fare?”

Eppure, nel tempo, continuiamo imperterrite a fare ciò che amiamo, perché la scrittura è parte integrante di noi e di ciò che siamo e questo è innegabile.

Ecco che, quindi, in un giorno neanche troppo lontano nel tempo e nello spazio abbiamo deciso che questa “Premiata Ditta della doppia T.” (per la gioia di poche: solo noi, a dire il vero, e il terrore di tutti gli altri) dovesse cominciare a rendersi almeno utile in qualche cosa, per cui ci siamo dette… “Perché non provare a scrivere qualcosa insieme?”

Detto? Fatto!

Abbiamo sperimentato un racconto a quattro mani che speriamo vivamente vi diverta e che racconta una storia d’amore simpatica e bizzarra, ma non vi sveliamo niente di più, sinossi a parte.

Pronti, dunque, a immergervi nel romantico e un po’ scombussolato mondo di Farina? Sì, avete capito bene! La nostra nuova protagonista femminile si chiama Farina e lavora nella pasticceria di famiglia (dove poteva mai lavorare, secondo voi, una che si chiamava a quel modo?!) in quel di Parigi. Romancismo e passione, dolcezza e confusione, ma non solo, anche tanto… ma tanto divertimento!

Provare… per credere, come si suol dire nella migliore tradizione… pubblicitaria!

Il prossimo 14 Febbraio esce, quindi, la nostra opera “Meglio soli ma non troppo!”

“Meglio soli ma non troppo!”

2mb6j1486147301

 

SINOSSI.

Parigi. Ai giorni nostri.
Farina lavora da anni nella pasticceria di famiglia, dove suo padre non fa che rifilare ai clienti i suoi amati cannoli siciliani, la mamma porta pranzi troppo ricchi di calorie a tutti, la zia si abbuffa di qualunque cosa sia commestibile, diventando un armadio a quattro ante e suo zio si scola tutte le bottiglie di cognac che trova in giro.
In un clima familiare un po’ bizzarro, ma sereno, in cui la ragazza si trova a proprio agio, un giorno fa il suo ingresso in pasticceria un bel figo di nome Dollar, identico ai modelli esposti sui cartelloni pubblicitari della città, per ordinare la famosa torta degli innamorati che suo padre prepara ogni anno, in occasione di San Valentino.
Dollar e Farina si lanciano da subito sguardi languidi e paroline che sanno di una dolcezza e un romanticismo tali da credere che tra loro sia amore a prima vista, peccato che lui abbia un vizietto di cui lei è del tutto ignara, ma che scoprirà quando a entrare in scena sarà Million, l’esatta fotocopia del primo.
Farina si trova così innanzi a due gocce d’acqua, a una serie di imbarazzanti situazioni equivoche e a un dilemma da risolvere: se è davvero innamorata… di quale dei due lo è?

DATI TECNICI:

Titolo: “Meglio soli ma non troppo”
Autore: Tiziana Cazziero e Tiziana Iaccarino
Edizione: Prima edizione digitale
Formato: eBook formato kindle
Anno di pubblicazione: 2017
Venduto su: Amazon
Pagine: 100 circa
Prezzo: € 0,99

E se Cupido, questa volta, si sbagliasse?

card-eventoClicca sulla card e partecipa all’evento in anteprima assoluta: sorprese per le blogger!

Tiziana Iaccarino.

Presto in uscita “Fino all’ultimo respiro” la nuova strabiliante opera di Aurora Ballarin.

Il titolo è “Fino all’ultimo respiro” ed è la nuova strabiliante opera in uscita il prossimo 18 Febbraio dell’autrice Aurora Ballarin.

Conosciamola meglio attraverso la sua biografia, prima di dare un’occhiata alla sinossi della sua opera.

Aurora Ballarin nasce a Venezia il 7 aprile del 1988 ed è la prima di tre fratelli.
Dopo aver studiato biologia, si dedica a tempo pieno alla sua grande passione: la scrittura.
Quando non scrive, ama leggere e ascoltare musica, perlopiù straniera.
Nel 2014 partecipa al concorso “Casa Sanremo Writers”
piazzandosi tra i finalisti con “Rinascita di una dea”, primo libro della serie “La Leggendaria Guerriera”.
Tra il 2014 e il 2015 si dedica alla realizzazione e alla pubblicazione di “I guardiani dell’adhandel” e “L’occhio della dea degli elfi”, secondo e terzo volume della trilogia. Mentre nel luglio del 2016 vede la luce il primo capitolo di una nuova saga dai toni più cupi e adulti: “Figlia della guerra”, dark fantasy ambientato durante la difficile epoca della seconda guerra mondiale.
Ma all’autrice piace mettersi alla prova. Così decide di sperimentare un genere totalmente nuovo per lei e inizia a scrivere “Fino all’ultimo respiro”, romance New Adult in uscita il 18 febbraio su Amazon.

Contatti:

-Pagina ufficiale e profilo facebook
https://www.facebook.com/occhiodelladeadeglielfi
https://www.facebook.com/aurora.ballarin.1

-Profilo twitter
https://twitter.com/Ainwen88

“Fino all’ultimo respiro”.

16683129_1578299388865356_665575796_n

Aurora non crede nell’amore. Né in Dio. Non crede in nulla che non sia la sua famiglia e la quotidianità monotona che rappresenta tutta la sua esistenza.
Non ricorda nemmeno più l’adolescenza spensierata, soppressa dagli avvenimenti che l’hanno costretta a diventare adulta fin troppo in fretta.
Eppure è proprio quando la vita sembra accanirsi di nuovo contro di lei, riservandole un colpo così duro da spezzare anche il più forte degli eroi, che il destino gioca le sue carte in modo inaspettato.
È proprio in quel momento, infatti, che un ragazzo piomba nella sua vita, stravolgendola. Ricoverato nella stanza di fronte alla sua, Ivan insegnerà ad Aurora a sperare, a sorridere, a combattere contro la morte.
E soprattutto, le insegnerà cos’è l’amore. Quello con la A maiuscola che si vive una sola volta in tutta l’esistenza.
Grazie a lui Aurora capirà che esiste un futuro oltre la malattia.
Un futuro oltre al dolore.
Un futuro di cui lei sarà l’unica e la sola artefice.

DATI TECNICI:

AUTORE: AURORA BALLARIN
GENERE: ROMANCE/ NA
DATA D’USCITA: 18 FEBBRAIO 2017
EDITORE: SELF PUBLISHING
PREZZO: EBOOK 0,99€ AL LANCIO – CARTACEO 9.90€
N° DI PAGINE:392
LINK PREORDER: https://www.amazon.it/Fino-allultimo-respiro-Aurora-Ballarin-ebook/dp/B01MUL15A2/ref=sr_1_3?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1486414358&sr=1-3&keywords=aurora%20ballarin

Tiziana Iaccarino.