Robin C. parla della sua nuova opera letteraria: “Se fosse stata colpa mia”.

Ho scoperto questa autrice quasi per caso, trovando e poi leggendo sul web l’opera “Tra di noi nessun segreto” (Newton & Compton Editori) che mi aveva letteralmente conquistata e quando ho saputo che era in prossimità di uscita una sua nuova opera, ho pensato di contattarla per parlarne, perché penso meriti davvero di farsi conoscere e di raccontare questa bellissima storia.

Robin C. è il nome di un’autrice italianissima che ha sedotto tutto il web, grazie alla storia d’amore tra Mathias, un uomo tanto attraente quanto spregiudicato e Scarlett all’interno del romanzo “Tra di noi nessun segreto”, per cui ora cercheremo di scoprire cosa ci dovremo aspettare dalla nuova opera intitolata “Se fosse stata colpa mia” in uscita a luglio.

Ciao Cristina, grazie per aver accettato questa intervista per The Pink Cafè. Comincio subito con il chiederti come è nata la tua passione per la scrittura.

RISPOSTA:

Prima di tutto, grazie.

Dunque, la mia passione per la scrittura è recente. Ho iniziato a scrivere nel 2011 quasi per gioco. Avevo scoperto da poco il mondo delle fanfiction (racconti scritti da fan di libri, film, manga ecc… che utilizzano i personaggi principali delle fonti originali per inserirli in contesti a volte molto diversi da quelli da cui sono tratti) e ne ero rimasta profondamente affascinata. Così tanto che ho deciso di provarci anch’io pubblicando la mia prima storia a puntate su una piattaforma (EFP) che ancora esiste e che è simile, come meccanismo, a quella di Wattpad.

Nello specifico, scrivevo fanfiction utilizzando i personaggi della saga di Twilight.

Con enorme sorpresa ho preso atto del fatto che venivo letta e commentata parecchio e così ho continuato, fino a decidere poi, nel 2014, di intraprendere l’avventura come self su Amazon con il mio primo romanzo breve che si intitolava “Betrayal”.

Tra di noi nessun segreto” è stata la tua primissima opera letteraria?

RISPOSTA:

No. La prima storia che ho scritto – mai pubblicata su Amazon, ma presente per parecchio tempo gratis online – si intitolava “Lost and Found”. Una storia molto romantica tra un’infermiera e un paziente… in coma! Su Amazon, come self, la prima storia è stata invece “Betrayal”. In ordine temporale “Tra di noi nessun segreto” è stato il mio quarto romanzo.

So che la storia d’amore tra Mathias e Scarlett ha conquistato un numero davvero incredibile di lettrici, dal web alle librerie. Ci racconti qualcosa di quest’opera?

RISPOSTA:

L’idea di base riguardava il conflitto in cui avrebbe potuto trovarsi una “brava persona” se spinta dalle avversità o dalla tentazione. Sia Mathias che Scarlett affrontano un dilemma di tipo morale. Mathias decide di negare la sua identità, quella di un uomo che ha messo per molto tempo davanti a tutto l’idea dell’amore puro e perfetto, vendendo il suo corpo a chiunque se lo possa permettere. Scarlett, invece, si trova davanti a un interrogativo che, non lo nego, ha sempre stuzzicato la mia fantasia. Si può comprare per qualche ora un sogno, anche se la cosa è sbagliata? Anche se l’oggetto è un altro essere umano?

Ora arriva il tuo nuovo lavoro: “Se fosse stata colpa mia”. Cosa dobbiamo aspettarci da esso?

Se fosse stata colpa mia di Robin C.RISPOSTA:

Questo libro sarà composto da due parti, due atti molto differenti della stessa vicenda.

La prima parte (già pubblicata come racconto self con il titolo di “Betrayal”, nel 2014) è molto dura per il realismo con cui viene trattato il tema spinoso del tradimento. La narrazione è dunque asciutta, cruda, veloce, proprio per dare al lettore l’impressione di un angoscioso precipitare, senza alcuna rete che possa fermare quella folle corsa nella tentazione e nel peccato.

La seconda parte – inedita – tratta di ciò che succede dopo, quando il destino mischia nuovamente le carte dei protagonisti obbligandoli ad affrontare i loro antichi demoni.

Può un traditore cambiare? Può una moglie tradita perdonare?

Questa è la storia di un triangolo, vero? C’è un uomo attraente di nome Andrew e sua moglie Alexandra, una coppia dalla vita quasi perfetta, fino a quando non entra in scena una donna che sconvolge le loro esistenze: Evalyn. Ci anticipi qualcosa?

RISPOSTA:

La prima parte finisce in modo amaro, ma giusto. Il percorso del sequel sarà complesso, in qualche modo inverso. E ci sarà una rivelazione che rappresenterà il fulcro della cosa. La verità è che nelle mie storie non esistono personaggi perfetti, nemmeno Alexandra.

In quale genere collochi le tue opere letterarie e qual è il target di pubblico a cui si rivolgono?

RISPOSTA:

Sicuramente erotico, vista l’importanza che nei miei racconti ha sempre il sesso. Il mio target è femminile e adulto, ma non mi dispiacerebbe poter raggiungere anche una piccola fetta di pubblico maschile. Le lettrici a cui penso quando scrivo, sono quelle che non cercano sempre il romanticismo classico e che amano affrontare anche relazioni d’amore dure o deviate. Non vorrei, però, essere fraintesa. Mi piace leggere storie più leggere, solo che non amo scriverle.

Se dovessi definirti in qualità di autrice, quale aggettivo useresti?

RISPOSTA:

Mi piacerebbe dire che sono onesta. Onesta, perché scrivo ciò che mi piace, come mi piace, indipendentemente dalle aspettative di chi legge o dalle critiche di chi reputa ancora l’erotico un genere di serie B.

Ancora una domanda: se infilassi in questo momento una mano nel tuo cassetto dei sogni, cosa tireresti fuori per prima?

RISPOSTA:

Parlando di libri, vorrei riuscire a completare decentemente uno storico (anche questo erotico) che ho nel cassetto da tanto tempo. Si tratta di un sogno perché per scrivere uno storico ci vogliono competenze che al momento mi mancano. Tra i sogni più abbordabili, c’è quello che riguarda proprio il libro che uscirà a luglio. Vorrei tanto che la seconda parte non deludesse chi lo ha atteso con infinita pazienza. Insomma… ammetto che sono parecchio agitata, ma comunque andrà, rimarrà il fatto che scrivere questa storia mi ha emozionata molto e mi ha fatto trascorrere mesi intensi e unici.

Grazie per la tua cortese disponibilità e in bocca al lupo per la tua carriera!

RISPOSTA:

Grazie a voi, di cuore.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...