Tania Paxia ci racconta la sua opera “Le strane logiche dell’amore”.

Tania Paxia è una delle autrici più apprezzate e seguite degli ultimi tempi. Laureanda in Giurisprudenza a Pisa, è anche book blogger e lettrice accanita.

Quando l’ho contattata, si è resa subito gentilmente disponibile a parlare di sé e soprattutto del successo della sua opera letteraria “Le strane logiche dell’amore” (Newton & Compton Editori) e ora siamo qui a conoscerla meglio.

Ciao Tania, grazie per aver accettato questa intervista per The Pink Cafè. Vorrei subito chiederti quando è cominciata la tua passione per la scrittura.

RISPOSTA:

Grazie a te per avermi contattata! Ho sempre amato scrivere, sin da piccola. Ma la passione vera e propria l’ho scoperta in età adolescenziale, quando andavo alle superiori. Mi divertivo a scrivere delle brevi storie (scritte malissimo) e a rielaborarle in storie lunghe, per poi arrivare a scrivere la bozza del mio primo romanzo fantasy. In quel periodo – un po’ per la scuola, un po’ per curiosità – leggevo soltanto classici impegnativi e a un certo punto mi sono resa conto che mi occorreva un altro genere meno impegnativo e che fa sognare per evadere dalla realtà di tutti i giorni. E quindi sono passata al fantasy.

Quando hai scritto per la prima volta “Le strane logiche dell’amore”?

RISPOSTA:

Ho iniziato a scriverlo esattamente un anno fa! L’ho scritto, revisionato, letto e riletto tra maggio e luglio 2016. Tre mesi, tra deliri giornalieri e ritiri “spirituali” in Puglia, nel paesino nella provincia di Brindisi dove vive mio nonno.


Ci racconti in breve la trama?

RISPOSTA:

Le strane logiche dell'amore di Tania PaxiaCameo Pink è una blogger super-pasticciona, dalla vita monotona e, diciamolo, anche un pochino deludente per lei che sognava di vivere tranquillamente con il fidanzato Chase, il suo fidato Flash e una parte della sua famiglia a Londra. Invece il suo fidanzato l’ha tradita e il suo mondo è caduto in pezzi all’improvviso e da allora ha cercato in ogni modo di ricostruirlo pian piano circondandosi di libri. E proprio la passione per la lettura le dà la possibilità di entrare in contatto con le case editrici tramite il suo blog letterario. Un giorno si ritrova a dover recensire un romanzo in anteprima esclusiva e qualche sera dopo, a un concerto rock, si imbatte persino nell’autore. Però il giorno della data di uscita di Sweet Olivia – il libro scritto da Tristan Moseley – qualcosa non va nel verso giusto. Quel romanzo ha qualcosa di sospetto e Cameo farà di tutto pur di scoprire il mistero che si cela dietro al nome dell’autore, anche spingersi oltre a ogni logica possibile approfondendo la semplice conoscenza “professionale” con lo scrittore che si è fatto spazio tra i suoi pensieri. Tra inseguimenti e preparativi del matrimonio della cugina Nancy, Cameo cercherà di trovare la soluzione seguendo l’istinto e anche un po’ i suoi sentimenti.

Questa storia ha avuto subito un grosso successo sul web, quindi è stata notata e portata in libreria. Come è stata questa tua esperienza. Ce la racconti?

RISPOSTA:

Lo scorso anno, a luglio, ho autopubblicato “Le strane logiche dell’amore” a sorpresa, senza fare annunci prima della pubblicazione vera e propria. “Niente attesa, niente aspettative”, mi ero detta. Ogni pubblicazione è un rischio e non c’è alcuna certezza: piacerà? Non piacerà? I lettori si ricorderanno di me? Arriveranno le recensioni? Positive o negative? E da qui ansia a fiumi.

Come sempre, non sapevo cosa aspettarmi, soprattutto perché non lo avevo annunciato né inserito in prenotazione. Per i primi quattro o cinque giorni non è andata benissimo, quindi non mi aspettavo granché. Poi i lettori hanno cominciato ad accorgersi del romanzo, le pagine lette e le copie vendute sono aumentate giorno per giorno fino ad arrivare fra i primi posti della classifica di Amazon. Non mi aspettavo un grande successo perché è una storia normalissima che sa di quotidianità, nel senso che non è incentrata solo ed esclusivamente sulla parte romance, anche se ne occupa una parte importante. Ho cercato di inserire vari avvenimenti (spero) divertenti, che fanno da sfondo alla storia d’amore principale per alleggerire la lettura e renderla più briosa e allegra.

Dopo quasi un mese e mezzo dalla pubblicazione sono stata contattata dalla casa editrice Newton Compton che si è mostrata interessata a “Le strane logiche dell’amore”, offrendomi un contratto di edizione, insieme ad altri miei romanzi in opzione più un altro contratto arrivato in un secondo momento per “The Woden’s Day” (Young Adult). Per adesso non mi posso lamentare, anche se dopo anni di self-publishing ammetto che non avere tutto sotto controllo, all’inizio, può essere un vero e proprio trauma. Ora c’ho fatto l’abitudine e l’ansia è diminuita.

Cosa ti dicono i lettori in merito all’opera?

RISPOSTA:

Per mia fortuna ho ricevuto molti commenti positivi, anche se non sono mancate le critiche su come scrivo o su alcune buone idee mal sviluppate nella trama… però ho provato a trasformare le critiche (anche quelle acide e velenose) in qualcosa di positivo e, quando possibile, in consigli preziosi per migliorare la mia scrittura. In particolare, per “Le strane logiche dell’amore”, è stato apprezzato molto il mondo delle bookblogger e ne sono contenta perché nel personaggio di Cameo ho riversato la mia esperienza nel gestire il mio blog (semiserio) letterario. Mi sono divertita a scriverlo proprio perché alcuni episodi accaduti a Cameo sono capitati a me ed è per questo che sono riuscita a descriverli in modo così dettagliato da farli risultare realistici. O almeno è quel che dicono.

Ancora una domanda: se ora infilassi una mano nel tuo cassetto dei sogni, cosa tireresti fuori per prima?

RISPOSTA:

Il sogno di vedere il nuovo romanzo che sto scrivendo già scritto e corretto. Perché tra una cosa e un’altra non riesco a finirlo! No, vabbè, ho ancora tanti sogni da realizzare, tra i quali laurearmi e trovare un lavoro con il quale possa mantenermi in tutto e per tutto. Negli ultimi anni sono riuscita a “vivere” di scrittura con il self-publishing, ma gestire tutto sta diventando quasi impossibile. Adesso sono ancora in fase di assestamento e quindi non so come andranno le cose in futuro. Spero bene, ma non si sa mai!

Grazie per la tua disponibilità e in bocca al lupo per tutto!

RISPOSTA:

Crepi il lupo! Grazie a te, è stato un piacere!

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...