Chiacchieriamo, Consigli editoriali, Curiosità, Interviste

Francesca Giuliani ci racconta la sua carriera nel settore editoriale.

Conosco Francesca Giuliani da moltissimi anni.

A quel tempo, studiava all’università, era una lettrice onnivora, amava i libri in modo spasmodico ma, soprattutto, le piaceva l’idea di ampliare le sue conoscenze nel settore editoriale.

Era una ragazza molto attiva e già collaborava, nella sua città, all’organizzazione di presentazioni letterarie insieme a biblioteche interessate a far conoscere nuove voci, inoltre si dava da fare in qualità di appassionata recensionista.

Francesca, in seguito, si è laureata, è diventata una professionista seria del settore nel quale ha sempre dimostrato di avere grande dimestichezza e interazione socio-comunicativa e si è fatta apprezzare da chi, a sua volta, cercava un valido aiuto valutativo.

Oggi Francesca offre servizi editoriali di indubbio impegno e valore, attraverso il sito “FG Servizi editoriali”, tra cui correzione di bozze, editing testuale, impaginazione, copywriting e creazione di sinossi. Questo è il link che riporta alla sua pagina: https://fgservizieditoriali.com/ .

Ma parliamo di lei all’interno della rubrica che, quest’anno, ho deciso di curare per Parole a Colori e che riguarda gli addetti ai lavori, coloro che lavorano “dietro le quinte” nel settore editoriale italiano.

Francesca Giuliani

Ciao Francesca, grazie di aver accettato questa intervista. Sono molto curiosa di chiederti quando è nato il progetto che hai intitolato con le tue iniziali FG.

RISPOSTA:

Stavo per specializzarmi in Informazione, Editoria e Giornalismo e cercavo già delle buone basi per il futuro. Venivo, come hai ricordato, da anni di gavetta in correzione, copy, editing, eccetera. Mi considero una persona molto istintiva. Un giorno mi sono detta: “Ma sì, lo faccio”. Da lì ho comprato il dominio del mio sito, ho creato il logo e ho inserito tutto quello che sapevo fare. Dopotutto sono ormai 7 anni che faccio questo mestiere.

Quando hai iniziato a fare praticantato e in che modo, per quel che concerne tutta la parte valutativa di un testo destinato alla pubblicazione? Parliamo di correzione di bozze ed editing.

RISPOSTA:

Negli anni dell’università ho avuto modo di lavorare e collaborare con diverse realtà, molto differenti tra loro, che mi hanno aperto la mente per quel che riguarda cosa potevo fare, cosa riuscivo a fare e cosa mi piaceva di più. Non posso fare un elenco ordinato di cosa adoro del “prima” di una pubblicazione perché la risposta, magari anche un po’ banale, sarebbe tutto. Certo è che collaborare con riviste online, in cui mi occupavo di copywriting, revisione degli articoli e revisione di manoscritti come racconti o romanzi, mi ha dato una buona spinta per iniziare. Successivamente, sempre attraverso l’università, ho svolto diversi tirocini, tra cui uno presso una casa editrice in cui mi sono occupata di correzione di bozze. Non sarei arrivata a questo punto senza i corsi in cui ho studiato e in cui, soprattutto, continuo a studiare perché non si finisce mai di aggiornarsi.

Ho notato che offri anche servizio di impaginazione, copywriting e creazione di sinossi. Da cosa nasce questa passione per la creazione e preparazione dei libri?

RISPOSTA:

Non saprei dirti di preciso. Quello che ti posso assicurare è che, sin da piccola, a casa ho letto tantissimo. Ricordo che mi chiedevo come fosse possibile scrivere un libro, quali passaggi ci fossero. Ignoravo tutta la filiera complessissima, ma in qualche modo sentivo che sarebbe stata la mia strada. Impaginazione e stesura di sinossi fanno parte del processo classico; il copywriting è la nuova frontiera, lo scrivere digitale. Vediamo cosa riusciamo a ricavarne per realizzare prodotti sempre migliori.

Quanto credi sia fondamentale fornire all’autore una scheda di valutazione che sia il più critica possibile, in modo da dare loro i mezzi per proporre la loro opera al meglio.

RISPOSTA:

Importantissimo. Chi mi conosce sa che non ho peli sulla lingua e che, se devo dire che c’è da aggiustare qualcosa, lo dico. Crescendo sono diventata meno spigolosa e più diplomatica, ma quando devo dire qualcosa a uno mio scrittore lo faccio. D’altronde sta proprio nel mio lavoro far notare cosa c’è da migliorare, quindi un buon libro dipende anche (ma non solo) dall’editor che ne cura l’edizione. Personalmente uso tantissimo i commenti di Revisione di Word (di cui inserisco il link a una piccola guida che ho scritto e con cui omaggio i miei, e oggi anche vostri, lettori: https://fgservizieditoriali.com/portfolio/), perché mi permettono di dialogare con l’autore, nonostante lavori in remoto.

Come pensi sia cambiato il settore editoriale contemporaneo, a seguito dell’avvento e commercio dei libri digitali?

RISPOSTA:

In Italia siamo fortemente indietro con gli e-book; è un dato ormai noto, leggiamo poco e soprattutto in cartaceo. C’è solo una piccola percentuale di uomini, mi sembra nella fascia 40-55 anni, che preferisce di gran lunga il digitale al “tradizionale”. Personalmente leggo in entrambi i modi, ma capisco chi preferisce una tipologia o chi apprezza maggiormente l’altra. Ormai è diventato un doppio binario e, al momento, la sfida mi sembra meno agguerrita di un tempo.

Cosa pensi dell’autopubblicazione?

RISPOSTA:

Lavoro principalmente con autori self, quindi non posso dirti nulla che vada contro questo mondo. Mi piace, non solo se l’autore autopubblica per scelta. Può anche essere una necessità, dettata da un libro fuori mercato o dal non aver trovato la giusta casa editrice. L’importante, però, è che ci siano un editing e una correzione di bozze fatte in modo professionale.

Come giudichi quelle case editrici che fanno scouting tra i self-publisher? Qual è il loro vero obiettivo, secondo te?

RISPOSTA:

Penso che sia un ottimo modo per cercare autori validi, cui altrimenti si chiuderebbero le porte. Certo, con ciò il lavoro dell’agente diminuisce moltissimo, ma questa è una questione diversa.

Come è cambiato il mercato letterario italiano rispetto a qualche anno fa? Cosa si trova oggi di interessante in libreria?

RISPOSTA:

Tanti nuovi autori, italiani o stranieri, più o meno validi; questo non sta a me deciderlo. Ho notato, però, un grande aumento di libri “diversi”: da colorare, pieni di figure, da completare, illustratissimi e così via.

Sito di Francesca Giuliani

Ancora una domanda. Quando un autore vuole rivolgersi a te, come deve impostare la sua e-mail e dove deve scriverti?

RISPOSTA:

Basta scrivere a fgservizieditoriali@gmail.com indicando la richiesta per cui sono contattata. Per una correzione di bozze, per esempio, qualche informazione sul testo, che non verrà per nessuna motivazione divulgato a terzi e cosa mi si chiede di fare. I preventivi sono tutti gratuiti e senza impegno. Dato che sono sempre in contatto con i miei autori, per chi volesse chiamarmi lascio il numero aziendale: 3314572730.

Grazie di tutto e in bocca al lupo per la tua attività!

RISPOSTA:

Grazie a te e viva il lupo!

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...