Chiacchieriamo, Consigli editoriali, Curiosità, Eventi, Giochi, social

Giveaway ed eventi social servono davvero alla promozione di un libro?

La domanda che mi sto ponendo da molto tempo, ormai, è “Giveaway ed eventi social servono davvero alla promozione di un libro?”

Perché questa domanda?

Ovviamente, come tante persone che scrivono, anche io imparo con il tempo, sul campo, facendo esperienza, ma soprattutto sperimentando tante soluzioni di promozione, cercando di capire quali possano essere le strategie di marketig migliore e magari più adatte a me, a ciò che scrivo e che devo adattare all’intermediazione che ci offrono oggi i social network.

Come raccontavo in un precedente articolo, organizzare Giveaway ed eventi in occasione della pubblicazione di un libro è utile, quando se ne vuole far parlare, e perché questa novità stuzzichi davvero la curiosità di moltissimi utenti, bisogna impegnarsi nella loro buona riuscita.

Qualcuno può pensare che questo tipo di organizzazione, a volte, risulti essere solo uno specchietto per le allodole, quando invece, in questo caso, ci sono allodole vere, in quanto molti di questi eventi mantengono ogni promessa, vengono realizzati con molta professionalità e attenzione, offrendo premi lusinghieri, a volte, anzi molto spesso libri cartacei, Buoni Regalo Amazon (di vario valore, ma ricordiamo che il premio massimo di un Giveaway non può superare, per legge, il valore di € 25,00), eBook, files e molto altro.

Cosa può spingere, dunque, le autrici giovani e meno, emergenti e meno a mettere in palio tutte queste cose o parte di esse, per lanciare la pubblicazione della sua opera?

Semplice.

La familiarità, la cordialità, la gentilezza, l’attenzione, la fiducia e a volte anche la voglia di fare amicizia con chi ci segue, con chi apprezza i nostri sforzi, il nostro impegno verso una passione che è molto più di una passione, che è molto più di un hobby, molto più di un qualunque passatempo, di uno sport mancato.

A volte per chi scrive, la scrittura è una compagna di vita, una compagnia nella solitudine, una mano invisibile che tiene stretta la nostra, quando meno ce lo aspettiamo, con i personaggi che creiamo per amore, passione, sogno, desiderio di essere fautori e fautrici di un mondo in cui siamo noi a decidere cosa accadrà e come deve accadere.

La scrittura, spesso, è terapia. È un aiuto vero, concreto, reale a tutte le problematiche che una persona può avere o di cui può soffrire nella vita, per qualunque tipo di motivo, per qualunque ragione.

La scrittura è un’ancora di salvezza alla quale, chi la ama e vi si avvinghia con tutte le proprie forze, non può e non vuole rinunciare.

Questo grande amore, a volte, cerchiamo di tramutarlo in parole, in pensieri scritti per raccontare una storia che ci faccia sognare e che trasmetta un messaggio ben preciso, bello, piacevole, positivo, magico.

A prescindere dal genere che scriviamo e da come gestiamo la nostra passione personale, ogni iniziativa volta alla sua promozione, nel rispetto delle regole, diventa una scelta personale. Quindi, quando siamo in fase di promozione pre o post pubblicazione, siamo spesso pronti a metterci in gioco, a farci conoscere meglio, a far capire quanto puntiamo su ciò che abbiamo scritto, quanto ci crediamo, quando lo idealizziamo ma, soprattutto, quanto ci sentiamo vivi e realizzati in ciò che la scrittura stessa ci offre.

I Giveaway e gli eventi organizzati per far conoscere al meglio e in modo più strategico, la pubblicazione di un libro, rappresentano solo un escamotage in grado di far capire alle persone quanto teniamo a ciò che stiamo facendo e se ci teniamo davvero tanto, siamo anche disposti a mettere in palio premi che paghiamo di tasca nostra e dei quali, a volte, non sempre riceviamo merito.

Giveaway, però, non è solo premio. È impegno e sacrificio per chi li organizza.

Evento non è solo novità. È l’annuncio con il quale vogliamo dire: “Siamo tornati a ballare con una melodia nuova, una melodia che vogliamo farvi conoscere e nella quale crediamo, che speriamo vi piaccia e aspettiamo un minimo riscontro in grado di farci capire che il nostro lavoro, non è stato vano”.

card-1835447_640

A volte ci imbattiamo in persone che neanche guardano con attenzione le regole dei Giveaway, perché mirano soltanto al premio di turno.

Altre volte ci imbattiamo in individui polemici. Altre, in persone poco corrette, altre ancora, in chi pensa ad approfittare dell’occasione per sparire, perché tanto… un gioco vale l’altro, un autore/autrice vale l’altro/l’altra, un libro vale l’altro.

Ci dispiace dirvi che non è così.

Che ogni Giveaway ed evento, se creato davvero bene, al massimo delle possibilità creative e umane di chi li realizza, merita attenzione e partecipazione, ma anche condivisione e può risultare molto utile, se si riesce a gestirlo con impegno e pazienza.

Non è semplice per nessuno riuscire a pubblicizzarsi davvero bene sul web, anche perché ci sono moltissimi eventi, moltissimi giveaway, moltissime occasioni di condividere novità, ma proprio per questo motivo, dovremmo sentirci ancora più invogliati a escogitare idee che si differenzino le une dalle altre, per fare la differenza, per distinguerci dalla massa.

La parola d’ordine, quindi, quando si crea un Giveaway e un evento per la promozione di un libro è originalità. Almeno nella speranza di riuscire in qualcosa di leggermente diverso, se ci sono idee innovative da proporre, a volte non semplici da realizzare, ma proprio per questo interessanti.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...