Chiacchieriamo, Curiosità

Erotico. Raccontiamo la verità sul falso moralismo

Erotico e falsi moralismi, ne parliamo? Non è la prima volta che tocco l’argomento e dire, che nello specifico non sono un’amante del genere come lettrice né come autrice, o meglio, mi piace leggere l’erotico elegante, quello di una volta, quando aveva il suo mistero e sì, anche quel tocco di fascino che ahimè sembra perduto. Mi sento costretta come blogger e divulgatrice della parola scritta ad affrontare questo tema spigoloso, mi chiedo il perché di tanto falso moralismo vigente su questo genere.

erotica

Quando si parla dell’erotico, tutti prendono parola e criticano aspramente le copertine con i “maschioni” nudi, scene di sesso spinte (sì, avete capito, proprio in copertina) nudi volgari che nulla hanno a che vedere con il velo di sensualità che sembra appartenere alla vecchia scuola (oppure forse vale solo per me, chissà). Tante bocche e dita inferocite gridano il loro disprezzo, ma poi? Basta andare a vedere nelle classifiche delle vendite per rendersi conto di quanto falso moralismo vigili tra i social e un po’ in tutti i salotti letterari che attaccano e negano fortemente l’interesse verso il genere.

Non amo l’erotico, ma sono obiettiva e quando trovo un bel romanzo con qualche scena d’amore un po’ più piccante, l’atmosfera inevitabilmente si tinge di un patos che effettivamente dona alla lettura in oggetto un qualcosa in più. Ovviamente mi sento di specificare che il tutto è legato al modo con il quale il libro è scritto, un dettaglio non di poco conto ma vitale.

Perché questi titoli sono sempre primi nelle classifiche se sembra che tutti provino repulsione? La massa non ha il coraggio di esprimersi a riguardo? Vogliamo apparire davvero tutti perbenisti? Provano timidezza o cosa nell’ammettere che leggono gli erotici? Che ripeto, secondo me raccontano storie d’amore intense, vissute forse al limite con situazioni drammatiche, turbolente e allo stesso tempo con stralci di vite che fanno sognare, mi chiedo, che cosa c’è di male nel confessarlo?

lettrice

Io apprezzo il genere e chi lo scrive, io stessa ogni tanto mi lascio prendere dal patos e mi tuffo in narrazioni piccanti che secondo me non guastano, però non ho mai fatto mistero del mio punto di vista.

Mi chiedo come mai tanti titoli come sopra indicato, sono nei primi posti delle classifiche romanzi rosa e bestseller su Amazon se poi nessuno li legge? Qualcosa non quadra. Sono poche le lettrici che ammettono di prediligere questo genere letterario, perché?

Oggi abbiamo dei prototipi di libri erotici che poco si sposano con l’erotismo del passato, però è anche vero che l’editoria, come altri settori, segue la moda, per cui molte autrici pur scrivendo generi differenti, si sono lanciate verso storie incentrate sul classico maschio Alfa e tutto il seguito ben scritto e riscritto che conoscete bene.

Moralismo

Se cerchiamo il significato della parola”moralismo” la spiegazione del termine esprime un chiaro concetto: voler giudicare dal punto di visto della morale persone e cose.  Individui che si sentono in diritto di giudicare dall’alto del loro modo di essere e stile di vita. Regna la pura ipocrisia quando si parla di erotici che spiccano sulle vette delle classifiche. Eppure questa è una realtà innegabile. Molti temono di essere giudicati, questa è la verità, se scrivi e leggi erotico tutti hanno l’oro in bocca sul mondo della parola scritta, si permettono di criticare, come se questa non fosse letteratura. Dimenticano che l’erotico è il motore dell’editoria non nei tempi moderni, ma lo è sempre stato, solo con l’arrivo della trilogia delle 50 sfumature il mondo della lettura sembra essersi leggermente svegliato. I libri sono stati aspramente criticati, ma una trilogia che vende milioni di copie in tutto il mondo quale segreto nasconde secondo voi?

Nessuno. Le lettrici hanno semplicemente amato quella storia, possono esprimersi negativamente, ma di fatto, sono state stuzzicate dalla voglia di sapere cosa la scrittrice avesse scritto e del perché avesse colpito a tal punto da scatenare un vero fenomeno planetario. Quindi, l’erotico attrae, è una piacevole evasione, perché criticare sempre e comunque?

Vergogna, ritrosia, falsa morale e volersi elevare sopra gli altri, sono gli elementi che comandano il falso moralismo sui libri erotici?

leggere erotici

Non entro in merito alle trame, alla scrittura e allo stile, mi sono già espressa, la riflessione espressa in quest’articolo riguarda il falso moralismo che sembra regnare a discapito di questo genere che nella realtà dei fatti, rappresenta una fetta importante del mercato editoriale.

Non parlo solo di autrici self, anche le stesse case editrici ogni mese propongono romanzi erotici con storie che si somigliano un po’ tutte, poi il compito spetta all’autrice stessa che con il suo talento deve saper offrire alle lettrici un prodotto coinvolgente e unico.

Mi sembra di aver detto tanto, voi cosa ne pensate?

Tiziana Cazziero

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...