Chiacchieriamo, Curiosità, editoria

I numeri di vendite spesso “gonfiati” in eccesso da autori o case editrici servono solo per fare scena.

Quante volte vi sarà capitato di notare un libro, sia nel caso di pubblicazione con casa editrice di qualunque grandezza sia in self-publishing, sul quale in Italia si elogiavano vendite tanto grosse da far impallidire pure uno scrittore internazionale?

Questa sorta di strategia promozionale che ormai tanto segreta non è più, è servita negli anni per vendere, attirando l’attenzione generale, facendo scalpore, facendo dire al lettore “Ah però!” e magari convincendolo del fatto che, se quel libro aveva davvero venduto tanto, un motivo ci doveva pur essere, quindi questo bastava a comprarlo.

Questa strategia, però, da tempo non è più credibile, in quanto troppe case editrici e ora sempre più spesso anche self-publisher menzionano i libri come “il più venduto dell’anno grazie al passaparola”, come “la rivelazione degli ultimi anni”, “la scoperta del momento”, “un milione di copie vendute” e via dicendo.

Quando si dice che il troppo storpia è vero perché, purtroppo, se un tempo questi slogan funzionavano anche davanti ad acquirenti scettici, oggi sono diventati sempre meno credibili. Se io entro in una libreria e noto sullo stesso scaffale due libri usciti nello stesso periodo su cui c’è la fascetta “un milione di copie vendute” o “la rivelazione dell’anno”, “un successo del passaparola” o altro, può essere pure vero, ma non quando questi libri si moltiplicano con la stessa enfasi in frasi ormai ritrite.

girl-1034449_1280

Questi slogan non attirano più l’attenzione come prima perché il lettore, ma non solo, ha capito che questo tipo di strategia è stata sempre e solo mirata ad attirare l’attenzione in modo da invogliare all’acquisto. Gioco che hanno fatto in moltissimi, sia case editrici grandi che medie o piccole, per passare agli autori autopubblicati. Se un/una self-publisher dichiara di aver venduto un milione di eBook come minimo si dovrebbe trovare, dopo almeno un mese, in un salotto televisivo su una rete nazionale (e non sto scherzando)!

Questo clamore dato dai numeri, dunque, non può essere sempre sinonimo di garanzia della qualità o della bravura dello scrittore. Per carità, un libro che è stato venduto in centinaia e centinaia di copie avrà avuto il suo perché ma, sinceramente, è giusto che pure il singolo dica la sua e soprattutto esprima stupore davanti a queste frasi studiate a tavolino per attirare l’attenzione.

Per cui quando valutate l’acquisto di un libro, fate attenzione alla promozione che gli è stata riservata, perché se è stata gonfiata con cifre esorbitanti, questo non significa che il libro sia davvero qualitativamente buono.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...