Chiacchieriamo, Consigli editoriali, editoria, scrittura

Una casa editrice piccola, per quanto “buona”, può darvi qualcosa solo se state compiendo i primi passi.

Nel corso della mia quasi ventennale esperienza nel settore editoriale, ho avuto modo di apprendere quanto NON sia assolutamente tutto oro ciò che luccica.

Se fossi un’autrice emergente, alle prime esperienze, ma soprattutto se dovessi muovere i primi passi in questo ambiente, valuterei con gioia ed entusiasmo qualunque tipo di opportunità proveniente da una casa editrice di qualunque grandezza. Va detto che le case editrici ben distribuite, se lo sono davvero, possono offrire una vetrina molto interessante a tutti gli autori, ma anche una buona visibilità per chi è alle prime armi.

Si può dire meno nel caso in cui un’autrice abbia alle sue spalle delusioni di ogni genere, esperienze molto toste, pesanti, difficili da dimenticare e da superare, truffe varie, contratti capestro e molto altro che non starò qui a elencare, ma che vi potrete immaginare.

Ora sono molto diffidente nei confronti delle case editrici e se devo valutare un contratto editoriale lo valuto bene (a proposito, avete letto il mio articolo sui contratti editoriali? Ecco quando NON firmare un contratto editoriale , leggetelo con attenzione cliccando sul titolo).

desktop-3261767_1280

Gli autori emergenti hanno tutto da apprendere e se seminano bene, possono avere l’opportunità di raccogliere come si deve.

Quando si è agli inizi ci si lascia andare troppo spesso all’entusiasmo di una valutazione positiva, qualunque essa sia e da qualunque parte venga, senza minimamente sospettare cosa ci aspetti in seguito.

Se poi siete agli inizi e avete già sperimentato il self-publishing, guadagnando qualcosa dalla pubblicazione e vendita di una vostra opera, difficilmente riuscirete ad accettare regole imposte da altri, attraverso contratti di varia natura, soprattutto se per il vostro lavoro non solo non sarete retribuiti a dovere, ma anche perché non ci sarà alcun modo di avere le soddisfazione che solo il fai da te può darvi.

Dieci anni fa non avrei mai scritto queste parole. Non avrei mai neanche sperimentato il self-publishing, anzi l’ho sempre guardato con sospetto e poca propensione alla prova, ma dopo aver ricevuto qualunque tipo di torto, ma soprattutto essere stata legalmente truffata da contratti e atteggiamenti di editori propensi solo a fare i conti con i guadagni diretti alle loro tasche, ho deviato alla grande la mia rotta.

In tutti questi anni io ho fatto guadagnare davvero bene molti editori e librai, soprattutto quelli che non corrispondono la percentuale delle vendite alla casa editrice di turno. Ho, quindi, la facoltà di raccontarvi anche nel dettaglio, se è il caso, in quali imbrogli si possa incappare in questo settore, in quante persone disoneste, in quanti approfittatori, in quanti furboni, in quanti professionisti fai da te, in quanti improvvisati, in quanti editori che cercano soltanto di batter cassa e di gonfiare le proprie tasche, fregandosene totalmente di quel che avete scritto e del motivo per il quale vi hanno pubblicato, per quanto possa sembrare una contraddizione, abbandonandovi totalmente al vostro destino.

Quando vi renderete conto che questa commedia dell’assurdo è quasi la prassi nel settore, scapperete a gambe elevate da un sistema che fa di chi scrive solo degli “operai” che hanno doveri, ma pochi diritti e che quei pochi diritti sarà pure difficile farli rispettare, solo per principio, perché rispettare il vostro lavoro è la prima cosa, perché scrivere è lavoro, è fatica, quindi rispettarlo significa rispettare voi e la vostra dignità di persone che sognano e che meritano di essere considerate per questi e molti altri motivi, perché avete scelto di fare semplicemente quel che vi fa stare bene. E nella vita, vi assicuro, non è cosa da poco.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...