Chiacchieriamo, Consigli librosi, Recensioni

“Prendimi tu”, la recensione Pink.

Questa è la prima opera della giovane autrice Katy Kaise e devo dire che mi ha affascinato da subito, in primis perché ha raccontato le voglie proibite e forse un po’ morbose di una donna che, finalmente, diventa la vera protagonista di una storia erotica e poi perché mi piace il modo di raccontare dell’autrice, leggermente sfacciato, ma interessante proprio per questo motivo, rispetto alle solite autrici di erotico.

Prendimi tu di Katy Kaise

Quindi scoprirete non più il classico maschione, anche se vi assicuro che c’è all’interno della storia, ma soprattutto una donna che si rifugia nei piaceri della carne per assecondare i desideri che ha sempre celato nell’intimità del suo animo.

Caterina è una protagonista dalle mille sfaccettature, è una donna di oggi, coraggiosa, in quanto si lascia andare alle passioni che la animano senza vergognarsene per quanto, per un certo periodo, all’inizio, li tiene ben nascosti da chi può notarli.

FINALMENTE UNA PROTAGONISTA CHE VUOLE FARSI TRAVOLGERE DAI PIACERI DELLA CARNE.

Non tutte le storie erotiche hanno una protagonista davvero schietta come questa, nella passione che potrebbero avere (e hanno) le donne, quando vogliono.

Di solito questo genere di storie ha come protagonista l’uomo sexy e dannato, quasi irraggiungibile, quello che non deve chiedere mai, mentre lei è la vittima della situazione, la ragazza che subisce le angherie, ma anche le passioni esaltanti ed esaltate del lui di turno. In questo caso la protagonista viene inquadrata in un primo piano che la rende il vero punto fermo di una storia fatta di desideri e piaceri raccontati da lei.

Le passioni segrete di cui fa parte questo primo volume riguardano proprio la protagonista nella quale possono rispecchiarsi molto le donne di oggi, quelle intraprendenti, quelle che, a volte, prendono l’iniziativa, altre il sopravvento, mentre altre esaltano l’orgoglio di sentirsi artefici del proprio destino amoroso.

Consiglio quest’opera a un pubblico che vuole scoprire una protagonista diversa dalle solite, tra le inquietudini e le ansie, ma anche i desideri e le voglie di una donna nella quale in molte possono riflettersi, pur senza ammetterlo apertamente.

Una prima opera molto interessante, aspetto il seguito.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...