blogger, Chiacchieriamo, Curiosità, editoria, scrittura, social

Promuoversi onestamente. Quanta fatica per gli autori.

Promuoversi onestamente nel web è fatica, sudore e ore spese davanti al computer, interagendo nei social, pubblicizzando nei vari gruppi seguendo le regole ed essere sempre super social per non farsi dimenticare.

Questo articolo arriva da alcune considerazioni che leggo spesso nei gruppi, un argomento che suscita sempre interesse e stuzzica curiosità in tutti quegli autori e autrici che ogni giorno cercano di inventarsi qualunque cosa per arrivare ai lettori, farsi leggere e vendere le opere alle quali hanno lavorato per mesi prima di giungere alla pubblicazione.

promozione onesta

Un grave errore che compiono gli autori quando arrivano alla pubblicazione di un libro è pensare che il grosso sia terminato, spiacente, quello è solo un primo passo, ciò che ti aspetta dopo è un lavoro arduo, un impegno inimmaginabile che richiede energie, volontà e iniziativa da parte dell’autore, un discorso che vale sia per i self e per gli autori che pubblicano con casa editrice.

Promuoversi onestamente.

Un titolo che potrebbe solleticare la sensibilità di qualcuno, ma dobbiamo dire le cose come stanno, ogni tanto tocca dire la verità su certi aspetti visibili a tutti, ma che in molti hanno timore di affrontare.

Quando si pubblica, l’autrice o autore che sia, deve mettere in moto una vera macchina da guerra in termini di pubblicità, altrimenti l’opera pubblicata non potrà essere conosciuta e venduta. Un libro è un prodotto in vendita che rappresenta marketing, se lo hai scritto e pubblicato è doveroso farlo conoscere e quindi ecco che scatta l’operazione: spam a tutti i costi.

Non è così per tutti. Ci sono alcuni nomi che cercano vie più semplici e ambigue. Ormai è risaputa la conoscenza di taluni gruppi organizzati per vendere, farsi comprare, recensire a vicenda e avviene una sorta di tacito accordo affinché un’opera il giorno stesso della pubblicazione sia venduto in un determinato numero di copie e riceva immediatamente le prime recensioni su Amazon con il solo scopo di salire ai vertici delle classifiche.

Non è fantascienza o un film di spionaggio è quello che accade quotidianamente o quasi nei social. Promuoversi onestamente è difficile e non garantisce visibilità, vendite e posti sicuri in classifica, ecco che allora si inventano strade alternative per garantirsi il loro posto.

Doverosamente diciamo che ci sono autrici che hanno il loro seguito e non si fa di tutto l’erba un fascio, però è inverosimile che ogni volta, sempre, puntualmente, ogni opera pubblicata dalla medesima firma abbia il suo “posto fisso” in classifica e in quelle specifiche di settore.

E poi scattano le trappole, gli attacchi alla eventuale concorrenza, non avete idea di quante autrici emergenti mi scrivano in privato, chiedendomi come mai non riescono a pubblicare nei gruppi, a promuoversi e farsi pubblicità nei gruppi nei giorni successivi alla pubblicazione perché impossibilitate nella pubblicazione dei contenuti di promozione. Sono davvero tante. Significa che i loro account sono stati segnalati sui social e che arriva l’azione di qualche community di persone che adopera in questo senso, ossia cercare di bloccare la eventuale concorrenza per avere strada spianata alle opere designate in quel momento.

Basta vedere la polemica innescata con tanto di polverone nei gruppi social con l’arrivo di Reading Amazon Prime. Ne ho parlato oggi nel mio blog personale, si è alzato un polverone che non solo era inutile, ma ha messo in evidenza alcuni aspetti che sembrano celati dalle ombre dell’ipocrisia e spesso anche dall’ingenuità.

Promuoversi onestamente è un lavoro e come tale va vissuto, altrimenti è inutile pubblicare per sparire un nano secondo dopo la mesa online, la gente ha bisogno di sapere e conoscere che quell’opera esiste, c’è e che forse potrebbe essere la lettura che stava cercando.

La pubblicità è vero lavoro non sottovalutate questo aspetto e soprattutto siate creativi.

 

Tiziana Cazziero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...