Chiacchieriamo, Interviste

Intervista doppia alle autrici del romanzo “Una piccante sorpresa”. Michela Piazza e Pamela Boiocchi a confronto.

Tornano le interviste nel nostro club esclusivo The Pink Cafè. Oggi per i lettori un incontro doppio con due autrici che sono certa molti di voi conosceranno.

Parlo delle autrici Michela Piazza e Pamela Boiocchi che da qualche anno intrattengono i lettori con le loro storie scritte a quattro mani.

La loro ultima creazione si intitola Una piccante sorpresa.

QUI SU AMAZON 

Una piccante sorpresa di Michela Piazza e Pamela Boiocchi

Intervista con Michela Piazza e Pamela Boiocchi

Pamela: Ciao Tiziana! Grazie per lo spazio che ci regali!

Michela: Grazie anche da parte mia.

Ciao ragazze grazie per il vostro tempo. Domanda di rito: com’è scrivere in coppia? Chi ha l’ispirazione delle storie e come vi organizzate per la scrittura delle storie? Vi preparate una scaletta oppure seguite l’istinto ogni volta che affrontate un lavoro nuovo?

Pamela: Scrivere con Michela è un appuntamento giornaliero che mi regala grandi gioie e soddisfazioni. È sempre una nuova avventura che ci porta in mondi lontani e paesi diversi.

L’ispirazione spesso nasce nei modi più disparati: a volte durante le nostre lunghe telefonate in cui ci diciamo: ma come sarebbe bello se…

Siamo abbastanza metodiche: prepariamo una scaletta e decidiamo i punti salienti, poi ovviamente in corso d’opera le cose possono cambiare.

Una piccante sorpresa, come nasce questa storia?

Pamela: La storia di Mercedes nasconde un po’ quello che è il nostro punto di vista sul mondo, sul rispetto che merita ogni essere vivente e su quello che possiamo fare per essere il cambiamento che desideriamo vedere nel mondo. Mercy è la terza amica del trio delle Zingare, che abbiamo introdotto con “Seduttore dell’ordine”, dolce e buona… A volte troppo!

Pamela, Michela, come avete gestito la nascita dei personaggi?

Michela: Mercedes e le sue due amiche sono uscite dalla nostra penna in modo molto naturale: ognuna di loro possiede qualità e nasconde debolezze, ma tutte possono contare su un’amicizia sincera che rappresenta il loro punto di forza.

Izrael, il protagonista maschile, è invece un mix di seduzione e comportamenti irritanti. A prima vista è facile classificarlo, ma riserva delle sorprese…

Ricordate un aneddoto divertente legato alla stesura della trama?

Michela: La storia di Mercedes parla della rivincita di chi è stanco di subire. La nostra protagonista si prende delle piccole vendette e non ti nascondo che è stato piuttosto divertente architettare i modi in cui farle ottenere la propria rivalsa.

Pamela, cosa ti piace di Michela?

Pamela: Michela tiene a freno il mio orribile carattere. Mi fa ragionare quando la rabbia mi infiamma e manderei al diavolo il mondo intero. Ha sempre un punto di vista che mi apre nuove visioni delle cose e per me c’è sempre.

Anche se siamo lontane geograficamente –  viviamo in due continenti diversi – siamo vicine nel cuore. Sai quando una persona ti capisce al volo? Ecco, lei è così. E scrivere insieme è una pazza avventura che adoro!

Michela giro a te la domanda. Cosa ti piace di Pamela?

Michela: con lei mi sento sempre a mio agio. Anche quando mi faccio prendere dall’ansia o dalle paranoie (il che accade abbastanza di frequente), Pamela non mi giudica, ma mi aiuta a vedere le cose in maniera più obiettiva e mi infonde coraggio.

É una persona leale, piena di entusiasmo e capace di credere nei sogni. Insieme ridiamo tanto e non abbiamo paura di lanciarci in sfide sempre nuove. Sono felice di poterla chiamare amica.

Perché leggere Una piccante sorpresa? Cosa dobbiamo aspettarci da questa storia?

Pamela: La rivincita di tutte quelle persone che hanno sofferto per la troppa bontà.

Michela: Risate e una storia d’amore più sensuale e combattuta del solito.

Pamela e Michela, so che siete appassionate di cucina, quindi chiedo: Piccante, perché?  Cucina, passione o cosa?

Michela: La nostra pagina Facebook si chiama “Amori al peperoncino”, proprio perché le nostre storie racchiudono spesso un tocco di passione. Crediamo che l’attrazione, il sesso descritto in modo non volgare ma appassionato, renda completo un rapporto d’amore.

Pamela: Cucina? Si, passione, divertimento e amore. Io e Michela abbiamo scelto una cucina vegetale che sia buona per tutti, per noi e per gli animali che non mettiamo nel piatto. Siamo sempre alla ricerca di nuove ricette da sperimentare, gustose, sane e appetitose. Siamo molto golose di dolci, quindi in forno c’è sempre una torta o dei biscotti! La cucina è presente anche nei nostri romanzi, dal primo “Napoli-New York, amore al peperoncino” in cui la protagonista Mary Jane era uno chef, all’ultimo “Una Piccante Sorpresa” in cui Mercy condivide le nostre stesse idee sull’alimentazione. La tavola rappresenta il calore e l’affetto, preparare piatti buoni per la famiglia e per gli amici è un atto di amore. Le amiche di Mercedes sanno che da lei troveranno sempre un manicaretto ad attendere, con il calore della casa.

A proposito di cucina, abbiamo in mente un nuovo progetto proprio dedicato alla nostra Zingara, che vedrà raccolti i suoi consigli culinari in un ricettario.

Potete rivelarci una curiosità su questa storia?

Michela: Pamela e io condividiamo con Mercedes l’amore per gli animali e la Natura e la convinzione che ogni nostro piccolo gesto possa fare la differenza.

Grazie

Tiziana Cazziero

Annunci

Un pensiero riguardo “Intervista doppia alle autrici del romanzo “Una piccante sorpresa”. Michela Piazza e Pamela Boiocchi a confronto.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...