Chiacchieriamo, editoria, Interviste

Katy Kaise ci confessa le sue “Passioni segrete”.

Passioni segrete” è il titolo della serie con la quale si è fatta conoscere dagli internauti, i nuovi lettori del web, dei formati digitali dei libri, dei click facili, della voglia di scoprire nuove voci e di apprezzarle nel modo in cui è possibile farlo già dai social network.

Diverso tempo fa ho avuto modo di conoscerla on line, quando stava per pubblicare il primo volume della serie dal titolo “Prendimi tu”, una storia fatta di eros e trasgressione, anche se dietro al personaggio femminile di Caterina, secondo me, si nascondeva ben altro, la voglia di sperimentare, per esempio, una genere di storia diversa rispetto ai classici erotici.

Da quel momento mi sono detta che fosse interessante seguirne l’evoluzione, perché penso che Katy Kaise abbia fatto molta strada da allora, si è fatta conoscere meglio sui social, ha avuto modo di far capire alla gente che ama davvero scrivere e che si è impegnata per migliorare.

La sua seconda opera “Prendo te” è l’esempio in grado di dirci che una scrittrice, per quanto emergente, possa offrire ai lettori degli argomenti interessanti se bene amalgamati e con una trama costruita ad arte.

Avevo voglia di parlare con lei in modo più accurato di questa sua novità, lo spin-off dal titolo “Tommaso”, la storia che ci parla di uno dei personaggi più controversi dell’intera serie.

Ciao Katy, grazie di aver accettato questa intervista. Comincio col chiederti chi è veramente Tommaso?

RISPOSTA:

Ciao e grazie per lo spazio e il tempo dedicato al mio Tommaso. Lui è un bullo, un prepotente. Un uomo che ha caratterizzato la sua intera esistenza basandola sulla violenza e i soprusi verso il prossimo. È cresciuto in quel modo. Non conosce un’altra maniera per rapportarsi con la vita. Quello che lui non sa ancora è l’esistenza di un fattore scatenante che ha decretato la sua natura.

È stato difficile approfondire la vita di questo personaggio?

RISPOSTA:

Direi di sì. In alcuni passaggi mi sono fermata per riflettere su quanto stessi scrivendo. Ero certa della trama ma, al contempo, pensavo che alcune persone hanno vissuto veramente quei drammi. Tommaso è un uomo dalla corazza d’acciaio, ma dentro di lui è nascosta una verità che potrebbe far crollare tutto quello che lui è e rappresenta nella sua complicata esistenza. Raccontare del suo passato mi ha coinvolto emotivamente e anche se sembra strano, mi sono emozionata pensando a una realtà che non esiste solo nella trama di un romanzo e quindi di una storia romanzata, ma ho realizzato che poteva essere benissimo l’esistenza di una persona vera.

Quali segreti nasconde il passato di Tommaso?

RISPOSTA:

Un dramma personale sta alla base della sua natura. In realtà non è un suo vero segreto, ma un evento del quale non ne ha memoria. Ci sono anche altri tasselli di un puzzle misterioso. Per la prima volta si racconterà della sua famiglia e sta proprio lì il nodo spigoloso di tutta la vicenda che lo riguarda. Non posso dire altro, altrimenti svelo la trama.

Hai il sentore che questo personaggio possa piacere?

RISPOSTA:

Non lo so. Me lo auguro, negli altri due romanzi si è fatto odiare abbastanza e forse, andando a leggere e studiare la sua vicenda personale in questo spin off che lo riguarda, i lettori potrebbero anche sorprendersi su di lui. Io penso che alla fine sappia conquistare i lettori, lui è un uomo duro e spietato, ma scoprirà di avere un cuore e questa consapevolezza gli farà vivere quasi una crisi e, sul finale, ammetto di essere stata sorpresa anch’io, compierà un’azione inaspettata. Provare per credere.

Cosa scoprirà di diverso il lettore in questa nuova opera?

RISPOSTA:

Potrà vedere chi è Tommaso. Scoprire col tempo chi è, la sua natura, il suo dolore, perché lo annuncio in breve, Tommaso è un uomo arrogante e presuntuoso, ma di fondo un grande dolore ha cancellato la capacità in lui di provare dei sentimenti. Scoprirà un Tommaso differente, in grado di analizzarsi e accettare le sue colpe. Non è semplice e difatti, avrà delle difficoltà nel farlo, ma si assiste a un percorso di crescita e accettazione.

Cover Tommaso di Katy Kaise

Se hai voglia di dare un messaggio a chi leggerà questa intervista, hai spazio libero.

RISPOSTA:

Non è semplice dare risposta considerando il tema ostico della storia. Giudicare a volte è facile e talvolta inevitabile senza conoscere chi si ha di fronte, solo perché si conoscono le vicende di facciata di un individuo. Magari per un sentito dire o perché magari alcune azioni anche deplorevoli presentano una persona in un modo. Vorrei invitare le persone a soffermarsi sul giudizio dato spesso troppo facilmente agli altri. Nessuno in particolare, ma a quanti è capitato di condannare qualcuno senza sapere chi c’è veramente nell’involucro di quella persona? Si parla di perdono e coscienza in Tommaso e, a tal proposito, vorrei chiudere questa intervista con una domanda ai lettori: avete mai perdonato qualcuno che vi ha fatto qualcosa di grave? Pensate di esserne capaci?

Grazie per la tua disponibilità e in bocca al lupo!

RISPOSTA:

Grazie a te e al tuo blog per la disponibilità.

Aggiungo che la serie si trova su Amazon e mi potete trovare su Facebook.

Ciao a tutti. Katy.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...