Chiacchieriamo, Consigli librosi, Interviste

Giulia Martani ci racconta il suo romanzo “Addio al glutinato”

La bellissima Giulia Martani ci presenta in questa intervista esclusiva il suo nuovo libro “Addio al glutinato” dove appare, splendida, in copertina, in qualità di modella come le è già capitato in passato (anche per diverse mie cover) e ci racconterà di questa nuova avventura letteraria.

Ciao Giulia, grazie per aver accettato questa intervista per il nostro blog. Comincio col chiederti quando è nata la storia riguardante il tuo nuovo libro, perché ricordiamo che si tratta di un romanzo a tutti gli effetti.

RISPOSTA:

Addio al glutinato” è una commedia ironica e pungente, che affronta la problematica delle intolleranze alimentari. Nelle vicende narrate c’è molto di autobiografico, in quanto io stessa soffro di disturbi digestivi da quasi due anni. Non sono celiaca, ma “sensibile al glutine” e intollerante al lattosio, condizioni che mi hanno scatenato una gastrite ormai cronicizzata e una serie di altri problemi correlati, perciò molti dei fatti descritti sono (ahimè) frutto della mia esperienza personale. Nel 2017 ho iniziato a escludere alcuni alimenti dalla mia dieta e il cambiamento inizialmente non è stato facile. Ho maturato l’idea di trasformare questa esperienza in un romanzo proprio in quel periodo.

Perché hai deciso di dedicare una storia alle intolleranze alimentari?

RISPOSTA:

Rinunciare ad alcune abitudini aggreganti (aperitivi, pizze in compagnia…) ha limitato la mia vita sociale, nell’immediato: di colpo mi sono vista precludere la frequentazione di locali in voga e diverse opportunità di svago. È curioso come una situazione apparentemente “banale” possa mettere in discussione i rapporti umani: dalle reazioni delle persone che ti circondano capisci chi cerca comunque di venirti incontro e farti sentire a tuo agio adattandosi alle tue esigenze o proponendo locali con menu idonei o serate alternative al classico ritrovo in pizzeria. Per non parlare dei consigli che ho ricevuto, dai più insoliti a quelli inutili o addirittura irritanti: mi sono ritrovata sommersa da critiche e polemiche, perché molta gente pensa ancora che seguire un regime alimentare per intolleranti sia necessariamente una scelta dettata dalla moda e dal desiderio di dimagrire.

Questi episodi sgradevoli mi sono serviti da spunto per la scrittura di “Addio al glutinato”, la stesura di questo romanzo mi è servita per prendermi una piccola rivincita. Spero inoltre che la lettura del libro possa risultare utile e gradevole per chi deve affrontare le mie stesse problematiche e di strappare un sorriso a chi si riconoscerà nelle disavventure della protagonista.

So che, in qualità di autrice, sei sempre stata molto sensibile ai temi attuali della nostra società, per cui mi chiedo se credi che, in tal modo, tu possa dare un buon esempio e farne parlare in giro.

RISPOSTA:

È vero, in tutti i miei romanzi ho affrontato tematiche sociali all’ordine del giorno, dal bullismo al precariato giovanile. Penso che un autore debba gettare luci sugli spaccati più oscuri della società, denunciandone le criticità, ma soprattutto abbia il compito di infondere speranza e fiducia nel futuro. Tutti i protagonisti dei miei romanzi sono giovani alle prese con le difficoltà della vita quotidiana, che si mettono in gioco per trovare il loro spazio nel mondo e riuscendoci nonostante tutto, anche se a volte il prezzo da pagare si può rivelare caro.

Addio al glutinato di Giulia Martani

Raccontaci come i tuoi lettori hanno accolto la nuova opera. Dove l’hai presentata e come ne hai parlato?

RISPOSTA:

Addio al glutinato” è stato accolto calorosamente da tutti i miei lettori affezionati, ma soprattutto da chi soffre di intolleranze alimentari e mi ha “scoperta” proprio grazie a questo libro. Ho scelto come location per la prima presentazione ufficiale del romanzo una gluten free bakery, “La Dolcelia” di Mantova. Conoscevo già questo locale, rinomato per i deliziosi dolci e aperitivi rigorosamente senza glutine, appositamente pensati per le esigenze degli intolleranti, perciò l’ho scelto come cornice per l’organizzazione del mio evento, restandone pienamente soddisfatta. È stato realizzato anche un video, disponibile sul mio canale Youtube e sulla mia fan page su Facebook “Giulia Martani scrittrice”.

Se dovessi anticiparci qualcosa intorno a ciò che potrebbe essere il prossimo argomento di cui parlerai in un libro, cosa ci diresti?

RISPOSTA:

Ho un progetto nel cassetto da tempo: scrivere il sequel di “Benzina”, romanzo dedicato al bullismo al femminile, per raccontare ai lettori le (dis)avventure di Ilaria Torre, la protagonista, una volta uscita dal carcere.

Continui a fare anche la modella oltre che la scrittrice?

RISPOSTA:

L’esperienza come fotomodella è stata divertente e appassionante, ricordo quel periodo con molto piacere, ma attualmente mi sto concentrando sulla scrittura e sulla vita privata: l’ultimo servizio fotografico per cui ho posato è stato in occasione del mio matrimonio, lo scorso maggio! Ma chissà che non ricapiti qualche collaborazione in futuro…

Cosa ti piace di più dell’ambiente artistico e dello show?

RISPOSTA:

Sicuramente l’adrenalina! Organizzare eventi è galvanizzante, e parlare di fronte al pubblico in occasione della presentazione di un libro può esserlo tanto quanto una sfilata. La cosa peggiore è che, a differenza di uno shooting fotografico, negli eventi letterari è “buona la prima”. Una fotografia si può rifare, anzi… spesso uno scatto ben riuscito è il risultato di diverse prove, mentre una presentazione comporta tutti i rischi della diretta: bisogna mostrarsi disinvolti e preparati a qualsiasi imprevisto, dal guasto tecnico (casse e microfoni sono soliti giocare brutti scherzi) alle domande strane o addirittura imbarazzanti da parte del pubblico. Al termine di ogni evento, poi, c’è la soddisfazione di poter autografare le copie ai lettori e scattare alcune foto ricordo.

Grazie per la tua cortese disponibilità.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...