Ho acquistato “L’estate delle coincidenze” di Ali McNamara un po’ di tempo fa, pensando che fosse un romanzo estivo o comunque una storia leggera da leggere sotto l’ombrellone, a giudicare dal titolo.

Quando ho iniziato la lettura, la mia opinione è rimasta la stessa, almeno fino a un certo punto, perché poi seguendo le avventure di Ren e Kiki, due procacciatrici immobiliari che si recano nell’isola di Ballykiltara per motivi lavorativi, più che per una vacanza come tante, mi sono resa conto che questo libro niente aveva a che fare con una romantica storia d’amore prettamente estiva.

Ren e Kiki, la sua assistente, si recano in Irlanda per cercare a un facoltoso cliente la sua villa delle vacanze perfetta. Infatti, Ren è una professionista abituata a trovare sempre la casa giusta per chi la assume, questo significa che l’immobile deve avere tutte le caratteristiche ricercate da chi ha intenzione di commissionare l’acquisto.

L'estate delle coincidenze di Ali McNamara

Le due, che sono anche amiche, non immagineranno mai di trovare la casa che cercano in un luogo appartato, ma misterioso e con un nome preciso: Welcome House, un luogo particolare, un luogo che ha fatto storia e attorno al quale aleggiano leggende e storie davvero incredibili.

Ren è inizialmente poco propensa a credere a quanto si dica in giro e cerca il proprietario di quella casa, trovandola perfetta per il suo cliente, in modo da fargli una buona proposta di vendita, peccato che troverà tutt’altro nella sua spasmodica ricerca verso un luogo che ha davvero una storia da mille e una notte.

Quest’opera inserisce il lettore in un’avventura affascinante tra luoghi magici e misticismo, un po’ di sane credenze popolari e molta bellezza nella descrizione dell’Irlanda. Non manca, naturalmente, come ogni storia che si rispetti, l’amore in quanto Ren, single per scelta, incontrerà in Finn un uomo che la farà ricredere sui sentimenti e questo grazie all’amore per i cavalli e la natura, così sarà anche per Kiki che troverà in Eddie un accompagnatore davvero interessante.

C’è da dire che la storia, all’inizio piacevolmente lenta, si avventura in seguito in una serie di circostanze inattese e affascinanti colpi di scena per le nostre protagoniste che si trovano a dover seguire una sorta di caccia al tesoro, a dirla tutta, per cui il lettore si lascia rapire da tutto ciò che accade loro senza alcuna indecisione.

Sono rimasta realmente colpita dall’intera storia e soprattutto dal modo in cui la scrittrice è riuscita a portarmi alla fine della sua opera per scoprire l’enigma che si nasconde dietro a Welcome House.

Questa è una storia di avventura, come dicevo, più che un genuino romance estivo, come fa pensare il titolo e la copertina del libro, per cui la consiglio a chi ama gli intrighi e i rompicapo, quelli alla Indiana Jones con un pizzico di magia e leggerezza in più, per intenderci.

Una lettura consigliata a tutti.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...