Scrivere fa bene. È un dato di fatto.

Il nostro Paese vanta molti scrittori: amatoriali, improvvisati, sognatori, emergenti, sconosciuti, famosi, seguiti, letti, apprezzati, ma c’è da dire che questa attività cara alle persone che danno un valore e un peso alle parole sia molto importante e spesso faccia decisamente bene sia all’ego di ciascuno che alla sua salute.

È quasi un anti-stress, è un modo per sentirsi meno soli e soprattutto per sfogarsi con un pezzo di carta o dalla tastiera di un computer.

Nessuno imparerà a conoscerci bene come la scrittura, perché in essa riversiamo le nostre ansie, le nostre frustrazioni, la nostra fragilità, le nostre aspirazioni, i nostri sogni e soprattutto le nostre speranze, magari anche qualche preghiera silenziosa.

Io ho iniziato in adolescenza e non ho più smesso, a parte qualche periodo di stasi come capita a tutti, e mi sono resa conto che durante la stesura di un racconto, romanzo, libro, storia e persino di una breve poesia mi sentivo più leggera, quasi fossi riuscita a liberarmi di un fardello, di un peso sullo stomaco e nell’anima.

Sì perché scrivere fa bene al cuore e all’anima.

Fa bene perché ci aiuta a dare libero sfogo al nostro essere, a ciò che siamo dentro e fuori e ci permette di cominciare meglio le nostre giornate.

Spesso si usa la scrittura come pretesto per raccontare una storia che ci fa evadere dalla realtà e soprattutto regala sogni, magari qualcuno si prende un po’ sul serio, altri decidono di farne una passione da trasformare in professione (beati quelli che ci riescono!) e altri capiscono che è il modo migliore per stare bene con se stessi e con il mondo.

La scrittura è un’attitudine innata ma che va anche coltivata, alimentata, cercata, accudita, amata e sentita.

Non si gioca con le parole, perché esse possono darci forza o farci crollare. Sia le parole dette che scritte.

Le parole hanno un grande potere e di questo sappiate esserne consapevoli.

Le parole sono le compagne fedeli di chi fa della scrittura un’abitudine, un modo di vivere e di scoprire se stessi e il mondo, la ricerca della serenità nei sogni che si costruiscono in realtà parallele: le trame create.

scrivere

Sono dell’opinione che la scrittura sia molto più di ciò che si riesca a far credere perché essa ha una grande influenza su chi la ama e ne fa il rifugio nel quale sentirsi a casa, bene a tutto tondo.

Scrivere è più che raccontare qualcosa. Scrivere è sognare con le parole e sentire che si possa diventare migliori grazie alle stesse.

Scrivere è la terapia migliore a cui ci si possa dedicare perché cura le ferite e regala ciò che sognamo, fosse anche solo tra le sue pagine.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...