Una bisbetica sotto l’albero” è l’ennesima opera di Simona Liubicich che ho letto in questo periodo di intense letture.

A me piacciono molto le storie romantiche ambientate nell’Inghilterra dell’800, per cui ho facilmente apprezzato anche questa.

Simona Liubicich non è una scoperta, ma solo una bella conferma. Ogni sua storia ha una trama apprezzabile, articolata, ben costruita e con una storia affascinante e piena di sorprese per il lettore.

In questo caso parliamo di Madeline, una nobildonna fuori dagli schemi che preferisce occuparsi dell’immensa tenuta di famiglia piuttosto che di sposarsi, avendo superato anche l’età da marito.

Le sue sorelle sono state già sistemate e i suoi genitori si preoccupano del suo destino. Lei, però, sembra di tutt’altro avviso, per cui fa di tutto per allontanare qualunque buon partito scelto per lei.

Una bisbetica sotto l'albero di Simona Liubicich

Un giorno, però, arriva l’occasione che i genitori trovano come ideale soluzione al problema: Alexander, duca di Homburg, noto libertino della Londra che conta, sembra essere stato convocato dalla regina Vittoria per organizzare il matrimonio con la figlia del marchese di Camden, proprio la nostra protagonista, anche nella speranza che due anime tanto diverse possano ben unirsi in un matrimonio conveniente per entrambe le casate.

Come sarà l’approccio tra i due? Potrà un libertino sottostare al carattere ribelle di una donna altrettanto difficile che non ha nessuna voglia di sposarsi?

Non vi rivelo altro, perché è giusto che scopriate questa storia poco alla volta e ve ne innamoriate come è capitato a me.

La scrittura dell’autrice è impeccabile.

L’autrice ha una scrittura impeccabile, perfetta, di quelle che ti fanno venir voglia di andare avanti e di non esserne mai sazi.

Hai voglia di leggere sempre altro, di nutrirti delle sue storie perché ti fanno semplicemente star bene, perché ti regalano attimi di puro relax, di evasione che danno serenità.

Ecco, quando trovo una scrittrice dal magico potere di regalarmi evasione, io non la mollo più.

Sono molto felice di consigliarvela perché, se vi piacciono questo tipo di storie, non ne potrete più fare a meno, ve lo assicuro.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...