Mariella Mogni è una firma eccellente.

È un dato di fatto, una frase che ripeto spesso e una conferma ogni volta che la leggo. Ho avuto modo di apprezzarla anche in altre occasioni e ogni volta mi ha dato e lasciato qualcosa della storia che ha raccontato.

In questo caso ho trovato difficoltà a entrare in sintonia con la protagonista, Sofia, una donna amareggiata dal suo passato, ma anche dalle sue stesse scelte di vita, che si pone in modo arrogante, così come confessa nell’epilogo, tra l’altro, e che così appare al lettore.

Confesso di non amare un determinato tipo di protagonisti, soprattutto se sono donne che, come in questo caso, ammettono anche il loro modo di essere: “Mi sono solo riappacificata con la Sofia incauta e presuntuosa di un tempo.

Sofia non crede alle favole di Mariella Mogni

Sofia è un personaggio controverso, difficile, complesso, sofferente, ma se anche la volessimo giustificare in ogni azione, non si può negare che dall’inizio alla fine sa rendersi esasperante e poco piacevole.

Ama un uomo colto, fantastico, importante e soprattutto solo, Tancredi, che ha perso sua moglie e preferisce godere degli attimi di lussuria che gli offre questa donna. Forse, in fondo all’animo, anche lui la ama, ma solo nel corso della loro frequentazione lo scoprirà.

Penso che una donna di facili costumi come Sofia, in fondo, speri sempre di voltare pagina, di cambiare il suo cammino, anche se comunque si fa sempre degli scrupoli in tal senso, perché teme di rovinare la vita di qualcun altro con la sua pessima reputazione. Mi rendo conto che, nella società odierna, si dia molta importanza alla facciata delle cose e delle persone e che, pertanto, la reputazione sia un elemento di rilievo per un uomo d’affari come Tancredi il quale, però, è disposto a tutto pur di stare con questa donna.

Sofia, allo stesso tempo, tira troppo la corda, con se stessa, con il suo amore e, in parte, con il lettore, in un continuo tira e molla: lo voglio, ma non posso, lo amo, ma mi ritiro, mi manca, ma lo lascio, lo lascio, ma guai a lui se si rifà una vita con un’altra.

Ecco, queste continue indecisioni, queste tante sfumature e qualche comportamento poco giustificabile di una protagonista che dall’inizio, ripeto, non ha raccolto le mie simpatie, mi hanno poco coinvolta e poco convinta.

Ecco il motivo per il quale la storia, che comunque è scritta in modo eccellente, non riceve da parte mia il massimo delle stelle su Amazon.

Non dimentico che Sofia è il frutto della penna di una autrice con la A maiuscola e che può capitare che una storia piaccia meno di un’altra.

Detto ciò, come sopra, è una storia meritevole e la sua Autrice è straordinaria.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...