I lettori di Alessandra Paoloni continuano il viaggio nel fantastico mondo che l’autrice ha creato con il progetto “Cose strane” pubblicato interamente da Delrai Edizioni.

Dopo due storie che vi avranno coinvolto tra le loro pagine arriva anche “Dimness nella penombra” e scopriamo una storia che vi affascinerà.

Siamo nell’Inghilterra dell’800 e scopriremo che dalla penna di questa straordinaria autrice stanno nascendo personaggi davvero interessanti.

I luoghi di Dimness.

Siamo nella contea dell’Hampshire, in piena campagna inglese. Ed è proprio qui chi si svolgeranno le vicende, all’interno di due tenute che conosceranno entrambe l’orrore e il mistero.

Tutto inizia da Landlord, antica tenuta dei Cavendish.

«Ogni antica magione che si rispetti possiede delle storie di fantasmi. La prima pietra di Landlord fu posata sotto il regno di Enrico IV. O almeno è così che la storia dei Cavendish tramanda. Dunque immaginate quante favole di fantasmi e spettri portano con sé queste mura!»

A Landlord è accaduto qualcosa di irreparabile, qualcosa che ha segnato la fama delle sue mura e di chi le abita. Non la definirei proprio un’abitazione maledetta ma allo stesso tempo, personalmente, eviterei di passarci più di una notte.

Da qualche parte nella tenuta qualcuno doveva aver sbattuto con violenza una porta perché l’eco raggiunse anche le sue orecchie. Nel silenzio riuscì a distinguere uno scalpiccio, fuori in corridoio. Un fruscio. O forse i passi di una delle domestiche. Ricordò le chiacchiere riguardanti la morte di Georgiana, le dicerie sulla tenuta e sulla sua cattiva fama […]

Se Landlord potesse esistere nella realtà sarebbe senz’altro Highclere Castle, dove è stato girato Downton Abbey per intenderci. Immersa nel verde, magnificente, sarebbe adatta per ospitare le vicende dei Cavendish.

Altro scenario, altra tenuta. Questa volta si tratta di Noble House, una magione di campagna più modesta.

Noble House. Una tenuta di campagna dallo stile più moderno rispetto a Landlord, costruita in tempi più recenti. Una casa arieggiata e pulita, dalla facciata bianca. Un luogo che Lydia avrebbe volentieri ammirato, se non si fosse trovata in uno stato d’agitazione tale che il valletto dei Marshall fu costretto a domandarle se volesse del tè e qualcosa da mangiare.

Noble House appartiene ai Marshall, e Dorian Eliot è loro ospite insieme alla mamma cagionevole di salute. Se tutto inizia a Landlord, tutto poi si concluderà tra le mura di Noble House.

Anche questo luogo potrebbe essere rintracciato nella realtà: la descrizione fisica che gli ho dato nel racconto è diversa ma nella mia testa Mottisfont Abbey sarebbe una Noble House perfetta.

Tra l’altro ho fatto delle ricerche tra le tenute londinesi, calcolando anche dove piazzare le due location immaginarie (ma non troppo) in base alle distanze tra loro. Ho giocato parecchio con i luoghi, cercando di dare loro un’identità perché importanti per la trama e per le vicende dei protagonisti.

La campagna inglese fa da sfondo. Piovosa e tetra, rispecchia l’aurea di mistero che mano a mano si verrà a creare.

Insomma, i luoghi sono essenziali in questo racconto. Esprimono le paure dei personaggi e le loro insicurezze perché, in Dimness, nessuno posto è completamente sicuro.

COSE STRANE - DIMNESS ebook
Sinossi

Hampshire, 1818.

A Landlord, nella storica tenuta di campagna dei Cavendish, sta accadendo qualcosa di misterioso e terrificante.

Otto anni dopo, gli allievi del professor White Wood fanno ritorno in quelle terre per partecipare a un evento mondano: Lord Cavendish riapre finalmente le porte della tenuta dopo la sciagurata notte perché ha sottratto sua figlia Eleanor agli occhi della società troppo a lungo. Tra i ricordi dolorosi, i rimpianti e i sensi di colpa dei protagonisti, il Male sembra riaffacciarsi in maniera definitiva, promettendo altre vittime. La lotta allora sarà dunque destinata a continuare e, mentre tra Dorian e Eleanor si accende un sentimento d’amore, qualcosa di oscuro sta per fare la sua mossa.

Il terzo racconto del progetto Cose strane, in cui il paranormale si intreccia ai sentimenti. Speriamo sempre di poter proteggere chi amiamo, ma sarà davvero in nostro potere farlo?

L’opera esce il 16 luglio e di certo vi conquisterà come ogni storia scritta da Alessandra Paoloni.

 

Tiziana Iaccarino.

Una risposta a "I luoghi di “Dimness” la nuova affascinante avventura letteraria di Alessandra Paoloni."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...