Dimness” è il terzo volume del progetto “Cose strane” della scrittrice Alessandra Paoloni che ha sperimentato e pubblicato nuove avventure letterarie, ben accolte tra l’altro, con la Delrai Edizioni.

Io leggo da molti anni questa autrice e devo dire che mi ha regalato sempre attimi di pura evasione, a volte di riflessione, altre di allegria, altre ancora di romanticismo e sano divertimento.

Dimness nella penombra” è un paranormal romance che sposta l’attenzione del pubblico in un’Inghilterra che affascina e intriga ma che, a suo modo, nasconde anche molte incognite.

COSE STRANE - DIMNESS ebook

Siamo esattamente nell’Hampshire della prima metà dell’800.

Nella storica tenuta dei Cavendish c’è qualcosa di oscuro e misterioso che ancora si nasconde tra le enormi stanze vuote e i corridoi in penombra. Eleanor lo sa, soprattutto dopo la scomparsa, anni addietro, di sua madre a causa di un evento strano e orribile di cui nessuno vuole più parlare e men che meno suo padre, Lord Cavendish.

Una storia che mette i brividi ma che affascina anche per l’intrigo e il soprannaturale in essa contenuti, per la fantasia creativa dell’autrice e per l’atmosfera gotica che ci trasporta in un’epoca dai mille volti.

Il dolore, in fondo, ha il potere di trasformare le persone ed Eleanor non è più la stessa, ma suo padre ha deciso di presentarla in società affinché trovi marito e dimentichi il passato.

Sarà proprio in occasione di una serata in festa organizzata nella tenuta che la ragazza conoscerà l’uomo che catturerà la sua attenzione e curiosità, almeno fino al momento in cui i nostri due protagonisti capiranno di appartenere a uno stesso destino.

Dorian è un uomo affascinante e solo, ma soprattutto addolorato per aver scoperto che la donna di cui si è innamorato, Eleanor, per l’appunto, è figlia di quella donna, la stessa che si era trasformata in una creatura pericolosa e che, insieme al professor White Wood e al compagno di avventure Herbert, aveva dovuto fermare in qualche modo.

Che cosa è accaduto realmente quella famosa notte nella tenuta dei Cavendish per provocare nei due innamorati il timore di avvicinarsi e frequentarsi per diventare una coppia a tutti gli effetti?
Eleanor riuscirà a superare lo shock per la perdita di sua madre, dopo aver scoperto che l’uomo di cui si è innamorata è coinvolto nella sua scomparsa?

Intanto, in un’atmosfera lugubre e inquietante avvengono eventi strani da cui ogni personaggio non potrà ritenersi al sicuro, ma chi si salverà innanzi all’eventualità che ciò da cui si devono proteggere, tutti loro, sia vampirismo?

Che cosa accade quando un essere umano viene morso da una di quelle strane creature?

Siete pronti a farvi coinvolgere in una storia che ha del fascino e del sensazionale?

L’inconfondibile penna della Paoloni è magica.

Non so se la Paoloni usi ancora la penna, quando scrive. A me piace immaginarla, ogni tanto, con una penna di quelle antiche in mano. Non so perché, ma il suo modo di scrivere, il suo stile, la sua limpida schiettezza, la sua vorace fantasia, la sua incalzante andatura ha qualcosa di antico e magico, per certi versi.

Forse Alessandra scrive semplicemente al computer, lasciando scorrere le dita sulla tastiera, senza alcuna esitazione e senza pensieri particolari, ma vi assicuro che, a ogni nuova storia, ha il potere di conquistarmi.

Adoro i suoi libri, perché adoro la sua scrittura.

Semplicemente.

Non ha mezzi termini. Non usa scorciatoie espressive. È chiara, scorrevole, senza sbavature, pause o altro. Le sue parole scorrono lisce come l’olio, leggere, calde, senza particolari scossoni, ma con grande oculatezza e riflessione, ben studiate, attimo dopo attimo, virgola dopo virgola e il lettore attento può accorgersene.

Un’autrice di alta qualità la riconosci subito, qualunque genere scriva. Lei ti conquista e tu non hai scampo. È questa la verità.

Chi è una fedele lettrice della Paoloni può capirmi. Chi ancora non lo è può farsi conquistare dalle sue parole, dai temi che tratta, dalla magia di cui, ripeto, penso sia dotata la sua penna.

Tiziana Iaccarino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...