Blog Tour: “Vorrei incontrarti ancora una volta” di Kate Eberlen.

Quando mi è stato proposto di partecipare al blog tour di questa nuova pubblicazione dal titolo “Vorrei incontrarti ancora una volta” (Garzanti) di Kate Eberlen, ho subito accettato, convinta che mi avrebbe raccontato una storia che non avrei dimenticato facilmente e devo dire che l’inizio è stato subito d’impatto.

Oggi è il primo giorno del resto della tua vita

Quella frase risuonerà nelle orecchie e nelle vita della protagonista Tess per tutta la vita, soprattutto quando verrà a scoprire della malattia di sua madre e quando si renderà conto di doversi occupare da sola della sua sorellina Hope.

Tess rinuncia all’Università per badare alla famiglia e soprattutto per far crescere Hope nel migliore dei modi, come una bambina amata ed educata, ma ovviamente non sarà semplice con un padre egoista, che beve e penserà ai fatti suoi, fino a incontrare e a frequentare un’altra donna.

Ma questa non è solo la storia di Tess, è anche la storia di Angus, che tutti chiamano Gus, uno studente in medicina che non è proprio convinto della sua voglia di diventare medico e che, proprio come Tess, ha perso qualcuno di importante in famiglia: suo fratello Ross.

Ross era completamente diverso: era un bel ragazzo spregiudicato e irriverente, avanti anni luce rispetto al carattere introverso e spesso poco adattabile di Gus che deve subire l’ostracismo di genitori malinconici e distanti soprattutto a causa della perdita dell’altro figlio.

Le vite di questi personaggi vengono sconvolte, pertanto, dalla perdita di un affetto importante, a causa della quale sono costretti a farcela da soli, a chiedersi come sarebbe stata la loro esistenza e in che modo sarebbe deviato il loro destino, se non avessero perso le persone a loro care.

Questo è un argomento molto interessante e assolutamente attuale.

Chi crede nel destino e nel suo disegno? Ne siamo artefici o vittime e soprattutto subiamo o gestiamo le nostre stesse esistenze, in funzione degli eventi che accadono attorno a noi?

Sono convinta che la vita di Tess così come quella di Gus sarebbe stata completamente diversa se non avessero perso, rispettivamente, madre e fratello.

Lei avrebbe potuto frequentare l’università e vivere appieno la sua vita di studentessa e lui avrebbe lasciato a Ross, il fratello adorato dai genitori, il compito di risultare il figlio perfetto, quello che avrebbe fatto sempre la cosa giusta, sentendosi magari escluso dalle considerazioni che gli avrebbe affibbiato una famiglia pronta ad addossargli l’onere di adeguarsi alle circostanze e soprattutto di dimostrare il proprio valore.

Mi sono chiesta, quindi, quanto cambia la vita, quando perdiamo qualcuno. Quanto influiscono gli eventi sulle nostre stesse scelte e decisioni, a seguito di un grande dolore?

Questo, forse, non lo sapremo mai, ma forse, per Tess e Gus ci sarà ancora occasione di vivere appieno le loro esistenze, senza rinunce e senza dover dimostrare al mondo quanto valgano, anche in virtù delle perdite familiari e affettive subite.

0568117_Vorrei incontrarti ancora una volta_Esec.indd

Questa storia scorre limpida nelle descrizioni e nella tranquilla consapevolezza di coinvolgere il lettore nelle vite dei suoi personaggi, tutti raccontati in modo eccelso, facendolo entrare nel loro quotidiano, un passo alla volta, in tutte quelle tappe della vita che fanno crescere, migliorare, cambiare, sbagliare, correggere il tiro, quasi a volerci trasmettere un ulteriore messaggio tra le righe.

Cresci anche da solo e a fatica e impara a sbagliare, impara la vita, passo dopo passo, commettendo i tuoi errori, ragionando con la tua testa, seguendo il tuo cuore, senza lasciarti influenzare da ciò che accade intorno a te, da ciò che gli altri, anche gli affetti a te più cari, cercano e vogliono da te.

La vita è tua e nessuno può coinvolgerti in programmi che non ti appartengono e non ti riguardano, devi viverla in pieno, come meglio credi, come meglio puoi fare, seguendo il tuo istinto e l’amore per ciò che ami davvero fare, in modo da dimostrare il tuo valore al mondo.

Lettura consigliata a un pubblico che vuole riflettere ed emozionarsi.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

Ilaria Militello blog tour Angel Inside

Benvenuti al Club Letterario The Pink Cafè, oggi siamo liete di annunciare la nostra prima presenza ufficiale a un blog tour, siamo in compagnia di Ilaria Militello e oggi per voi, lettori, abbiamo intervistato Aurora, la protagonista femminile del suo romanzo Angel Inside.

– Ciao Aurora, mi fa piacere scambiare due chiacchiere con te. Leggendo di te, scopro che sei diversa dai tuoi coetanei, non ami la discoteca, ti piace il freddo e ami leggere, immergerti nei libri; come spieghi questo tuo modo di essere? Qualche evento del passato o forse, sei solo tu e la tua personalità?

blotoru ilaeria militetello Ciao Tiziana, prima di tutto di voglio ringraziare per la tua ospitalità. Sì lo sono, sono molto diversa, me lo sento spesso dire anche da mia sorella e mia cugina e non sai quanto sono pesanti loro alle volte. Me lo ripetono ogni giorno, ma so anche che lo fanno perché vogliono darmi una scossa ad essere più socievole.
Sono sempre stata una ragazza timida. Anche da piccola, facevo difficoltà a fare amicizia. Sono sempre stata una ragazza chiusa. Preferivo restare in un angolo a guardare i bambini giocare piuttosto che interagire con loro. Pensa che alle elementari le maestre hanno consigliato i miei genitori di portarmi dallo psicologo. Continua a leggere Ilaria Militello blog tour Angel Inside