“Ho tutto di te”, la storia di Maire e del suo boia.

Quando lessi per la prima volta “L’amante del boia” (Delos Digital) di Alessandra Paoloni, pensavo che fosse una storia davvero intrigante, diversa dalle solite, in quanto si presentava come un erotico, ma storico e questa combinazione mi incuriosiva molto.

L’opera era breve ma ben compatta, mi piacque subito, anzi, l’ho giudicata come una delle sue storie più belle, affascinanti, accattivanti, pronte a stuzzicare la curiosità, ma anche la voglia del lettore di scoprire una scrittura diversa.

Maire era una povera contadina disperata che chiedeva al boia del re di vedere suo padre, prigioniero in attesa della condanna a morte.

Questa vicenda si presentava, appunto, come qualcosa di davvero intrigante. L’idea che qualcuno si svenda per tentare di preservare la vita di un’altra persona o magari per ottenere favori nasce dalla notte dei tempi, ma ha sempre suscitato il mio stupore e la mia curiosità.

Mi sono sempre chiesta quanto il gioco, spesso, possa valere la candela. Sia nel passato che nel presente, perché “patti” o “affari” del genere sono davvero durati nel tempo, conservandosi molto bene in tutta la storia dell’umanità.

Ho tutto di te di Alessandra PaoloniMaire, la nostra protagonista, ha in parte ottenuto quanto voleva, anche se suo padre è stato lo stesso condannato, ma è rimasta “fedele” al boia con un patto.

Peccato che, in questo sequel dal titolo “Ho tutto di te”, quel patto sembra essere sul punto di spezzarsi per volere di un Re austero e superficiale.

Ma un Re ottiene davvero tutto ciò che vuole nel suo Regno?

Maire dovrà cedere alle sue lusinghe o potrà resistervi, in quanto presa da un sentimento nuovo e sconosciuto per Worth, il suo boia?

Lo scoprirete in questa storia dalla scrittura semplice, fluida, leggera, che si legge davvero tutta d’un fiato. Breve, troppo, in quanto, avrei preferito un approfondimento più ampio della vita dei due, ma sono certa che l’autrice ci regalerà altre bellissime vicende di questi o di altri personaggi a cui ci è facile affezionarci.

Consigliatissimo, per quanto breve, come dicevo.

Tiziana Iaccarino.

Annunci

“Ho tutto di te” il nuovo racconto erotico di Alessandra Paoloni.

Il 31 ottobre è uscito il nuovo racconto erotico “Ho tutto di te”, scritto da Alessandra Paoloni e pubblicato da Delos Digital.

Se qualcuno ha letto “L’amante del boia”, la storia erotica che la scrittrice aveva pubblicato diverso tempo fa con la stessa casa editrice, allora saprà o scoprirà che questo è il sequel.

Sono contenta di poterne parlare qui a The Pink Cafè che recensisce ben volentieri queste opere e soprattutto segue con attenzione e affetto scrittrici di talento come Alessandra.

Ma veniamo alla storia di cui sopra.

SINOSSI.

Ho tutto di te di Alessandra PaoloniIl patto tra Maire e il boia non è ancora arrivato alla fine: il corpo della ragazza, in cambio della protezione dell’uomo. Ma quando il boia è costretto a lasciare il villaggio per seguire il suo re, per andare a tagliare la testa a un ribelle di un luogo non troppo lontano, Worth chiede a Maire di seguirlo. Il boia non sa che così scatenerà la curiosità e i capricci di Re Urien, il quale vorrà giacere con Maire e provare a strapparla al suo uomo, anche solo per una notte. Worth allora dovrà prendere una decisione: cedere la ragazza al re, per non diventare uno dei ribelli a cui i soldati darebbero la caccia, oppure fare chiarezza finalmente sui propri sentimenti e ammettere che Maire per lui vale più di qualsiasi altra cosa?

DATI:

Titolo: “Tutto di te”

Autore: Alessandra Paoloni

Genere: erotico

Lunghezza: Racconto lungo

Data di pubblicazione: 31 ottobre 2017

Editore: Delos Digital

Venduto da: in tutti gli store on line

Pagine: 32

Prezzo: € 1,99

Ve lo consiglio perché è una storia davvero appassionante.

 

Tiziana Iaccarino.

Una novella da leggere assolutamente!

Non aspetterò che te” è il titolo della nuova novella della scrittrice Alessandra Paoloni, in digitale per Newton Compton Editori.
Una storia dalle tinte forti e tanta passione. Questa è la storia di Clarissa, una donna in carriera che ritrova, dopo lungo tempo, un compagno di scuola completamente cambiato. Un uomo che non avrebbe mai riconosciuto prima, in altre occasioni, ma di cui scopre l’esistenza solo da adulta. Il motivo della sua “scoperta” è dovuto in primis alla passione e al fervore che l’uomo mette nei loro incontri da subito emozionanti e passionali, eccitanti e trasgressivi.
In realtà, lui l’ha sempre desiderata, lei invece se ne innamora poco alla volta, fino a scoprire un segreto e soprattutto il passato scomodo di quell’uomo totalmente cambiato.
La domanda è: Clarissa riuscirà a vivere una storia d’amore tanto tortuosa e soprattutto a redimere Lorenzo?
La passione, non-aspettero-che-te-di-alessandra-paolonila trasgressione, il brivido, l’eccitazione, il sospetto, l’angoscia, la voglia di ricominciare, il desiderio di possedere l’altro, il gioco delle parti e due ruoli scomodi che si trovano ai poli opposti e per questo si attraggono alla follia.
Uno stile inconfondibile quello della Paoloni, una penna diventata una garanzia per chi ne conosce le doti letterarie, l’umanità, l’intraprendenza, la tenacia, la passione di chi ama davvero la scrittura e ha realizzato questo e molti altri sogni, andando avanti alla grande.
Posso solo consigliarvi di non lasciarvi scappare nessun testo di Alessandra Paoloni, perché è un’autrice che merita davvero. Credetemi.
A questa storia attribuisco anche la lode. Complimenti!

Tiziana Iaccarino.

“The Chronicles of Wendells”.

The Chronicles of Wendells” è una trilogia della scrittrice Alessandra Paoloni. Tra il fantasy e l’erotico misto a una suspance che lascia davvero con il fiato sospeso e pone il lettore nella condizione di dover sapere cosa accade nel regno immaginario del Wendell, questa storia mi ha conquistato da subito.
Si parte con il primo volume intitolato “Il tempo di Luther” per poi passare a “La croce e la lancia” e infine a “L’amore padrone“. Una trilogia tutta dedicata al regno del Wendell tra spadaccini, principi, re e teatri di una corte che assume una credibilità davvero sorprendente quando si entra nelle sale del suo mondo.
Luther è un giovane principe costretto a salire al trono, dopo che suo padre, re Saul del Wendell decide improvvisamente di abdicare.
Un mistero che s’infittisce sempre di più nel momento in cui il re scappa e il giovane Luther è costretto a cercarne le tracce per sapere cosa sia accaduto quando il peso enorme del mondo improvvisamente gli sembra cadere sulle spalle.
the-chronicles-of-wendells-di-alessandra-paoloniTra cortigiane e soldati, affascinanti donzelle in cerca di un posto di rilievo alla corte del futuro re Luther, amori e passioni segrete, avventure affascinanti e suggestive, scene ad alto tasso erotico, dialoghi intriganti, gelosie e vendette, paure e incredibili scoperte, l’autrice ci porta per mano all’interno di un mondo fantastico di cui qualunque lettore può innamorarsi.
Questa trilogia mi ha davvero conquistata sia per la storia in sé che per il modo in cui viene raccontata.
Il primo volume è quello che dà il via a tutta la storia, descrivendo sentimenti e sensazioni di personaggi e protagonisti e lasciando entrare il lettore in un regno davvero favoloso che incuriosisce e stimola alla scoperta di ciò che accadrà nel seguito.
Nel secondo volume troviamo re Luther alle prese con una serie di circostanze che devono chiarire quanto accaduto nel primo, la voglia di ricominciare da capo e la paura di non essere all’altezza del suo ruolo. L’amore e la rinuncia, la passione e il dovere di un giovane che deve fare gli interessi del suo regno più che i suoi.
Questo volume avrei voluto descrivesse sul finale anche il matrimonio combinato del giovane re, in quanto lo si lascia solo immaginare, perché nel terzo volume c’è uno spin-off riguardante un paio di personaggi con cui è possibile familiarizzare anche nei precedenti.
Ad ogni modo, c’è da dire che Alessandra Paoloni non si smentisce mai, è un’autrice di tutto rispetto che sa il fatto suo, che sa farsi apprezzare per le sue indiscusse doti artistiche, che ha una grande vena fantasiosa e sa metterla nero su bianco in modo eccellente.
Non esistono sbavature, né esagerazioni in nessun suo testo. C’è solo una grande professionalità che fa di lei una delle mie autrici più apprezzate.
Ogni volta che acquisto una sua opera, so che non mi deluderà e questo per me è un grosso punto a suo favore.
Credo che questa scrittrice saprà sempre sorprenderci in positivo e si farà apprezzare perché è davvero talentuosa.

Tiziana Iaccarino.

“Le infinite probabilità dell’amore”, una storia che racconta di quando i sogni diventano realtà.

Questa storia ha saputo conquistarmi dal principio, quando ho letto la trama e sapevo che mi avrebbe fatto sorridere, mi avrebbe divertito, mi avrebbe incuriosito e sarebbe stata in grado di portarmi fino alle ultime pagine in modo alquanto sorpendente.
Clelia, dopotutto, è una ragazza come tante, non ha un buon lavoro, il fidanzato la molla, è sola e spesso depressa. Il mal di vivere dei giovani che non trovano la loro strada, al giorno d’oggi, lo conosciamo un po’ tutti, ci sono passata pure io.
Peccato che io non abbia mai avuto delle amiche che per il mio compleanno mi regalassero un viaggio con un “figaccio da compagnia“, uno di quei sexy e irraggiungibili uomini che lavorano a disposizione di agenzie più o meno serie per “prestare” alle clienti i loro pupilli, uomini affascinanti e meravigliosi in grado di risollevare gli umori di qualunque donna un po’ giù.

le-infinite-probabilita-dellamore_7855_x1000

La “Doppio di Cuori”, infatti, è un’agenzia alquanto intraprendente che offre alla clientela la possibilità di partire per un viaggio con un ragazzo bello e impossibile, di quelli che non devono chiedere mai. Avete presente?
Ecco cosa accade a Clelia, che ricevuto il regalo, deve accettare quell’occasione e incontrare Darryl che poi conosce come Dante.
Se pensate che tra i due sia amore a prima vista vi sbagliate, almeno non per Dante che, però, ha modo di conoscere questa ragazza in modo particolare e di innamorarsene poco alla volta.
Basta un viaggio?, direte. Sì, a volte basta poco per innamorarsi e in questa storia succede nel più bizzarro, divertente, piacevole e intraprendente dei modi.
Provare per credere.
Alessandra Paoloni è una scrittrice vera. Di quelle che ti conquistano e ti assicurano che non sbaglierai mai ad acquistare una sua opera.
Ora vorrei solo sapere se l’agenzia “Doppio di Cuori” esiste davvero e chiedere all’autrice il numero di telefono ahahahaa 😀
Complimenti!

Tiziana Iaccarino.