Il blocco dello scrittore? È dovuto a stress. Fermati e rilassati.

Quante volte ho sentito questa frase: “Non riesco a scrivere, ho un blocco.” Io stessa l'ho patito per molto tempo e diverse volte in tutti questi anni. Come comportarsi e come affrontare questo stato d'animo? In un solo modo: rilassandosi, ma soprattutto facendo altro. Non scrivendo, semplicemente. Non ci si può autocostringere a scrivere. Per … Continua a leggere Il blocco dello scrittore? È dovuto a stress. Fermati e rilassati.

“Amore tormentato”, questo è un omaggio al capolavoro di Tiziana Cazziero.

Da molto tempo volevo dedicare un articolo a quello che ho sempre reputato il capolavoro della scrittrice Tiziana Cazziero. Ho letto quasi tutto di suo (dico quasi perché non ho letto i suoi fantasy, sono sincera, ho subìto una sorta di trauma, in passato, per quel che concerne questo genere e difficilmente ora lo leggo), … Continua a leggere “Amore tormentato”, questo è un omaggio al capolavoro di Tiziana Cazziero.

Il self-publishing di oggi non è quello di ieri e frega un po’ (anzi fotte) le case editrici.

Io mi rendo conto che con l'avvento del digitale, le nostre abitudini sono cambiate, perché abbiamo sempre a portata di mano uno smartphone o un tablet, come minimo, così come mi rendo conto che, grazie a una rivoluzione che ha coinvolto, anzi oserei dire sconvolto anche l'editoria e il suo mercato, sono cambiate le stagioni … Continua a leggere Il self-publishing di oggi non è quello di ieri e frega un po’ (anzi fotte) le case editrici.

Una casa editrice piccola, per quanto “buona”, può darvi qualcosa solo se state compiendo i primi passi.

Nel corso della mia quasi ventennale esperienza nel settore editoriale, ho avuto modo di apprendere quanto NON sia assolutamente tutto oro ciò che luccica. Se fossi un'autrice emergente, alle prime esperienze, ma soprattutto se dovessi muovere i primi passi in questo ambiente, valuterei con gioia ed entusiasmo qualunque tipo di opportunità proveniente da una casa … Continua a leggere Una casa editrice piccola, per quanto “buona”, può darvi qualcosa solo se state compiendo i primi passi.

Quanto è ingiusto declassare un libro altrui, giudicandolo dal prezzo?

Al di là di quello che un articolo può dirvi per una riflessione, mi domando spesso il motivo per il quale un autore emergente dovrebbe usare il prezzo come mezzo di polemica per declassare il lavoro altrui. Ci sono self-publisher che ammettono di preferire un prezzo piuttosto che un altro, altri che decidono liberamente la … Continua a leggere Quanto è ingiusto declassare un libro altrui, giudicandolo dal prezzo?

Affinità letterarie: amore a prima vista con un libro.

Rubrica: affinità letterarie  Da questo articolo cominciamo una rubrica che tornerà sporadicamente a parlare di libri in attinenza con noi e la nostra vita, per un verso o per un altro. Quanti di voi avrebbero aneddoti o vicende da raccontare in attinenza con un libro? Vi è capitato, qualche volta, di avere una sorta di … Continua a leggere Affinità letterarie: amore a prima vista con un libro.

Amicizia e Social la falsità regna sovrana. Diffidate dei cuoricini

Amicizia e social è un connubio perfetto, peccato che nella realtà dei fatti non sia proprio così. Pensando alla natura dei social network è facile cadere nell’errore, che essere social significhi in automatico essere amici. Non esiste "PACE E AMORE" e aggiungo che è un peccato, ma rendiamoci conto della realtà dei fatti. L’amicizia che … Continua a leggere Amicizia e Social la falsità regna sovrana. Diffidate dei cuoricini

I numeri di vendite spesso “gonfiati” in eccesso da autori o case editrici servono solo per fare scena.

Quante volte vi sarà capitato di notare un libro, sia nel caso di pubblicazione con casa editrice di qualunque grandezza sia in self-publishing, sul quale in Italia si elogiavano vendite tanto grosse da far impallidire pure uno scrittore internazionale? Questa sorta di strategia promozionale che ormai tanto segreta non è più, è servita negli anni … Continua a leggere I numeri di vendite spesso “gonfiati” in eccesso da autori o case editrici servono solo per fare scena.