“Whatever happens”: qualunque cosa accada. Una storia giovane e moderna.

Ho apprezzato questa storia dalle sue prime pagine. Per quanto l’autrice abbia confessato che era stata un’opera giovanile che ha recuperato in seguito, per svilupparla in un racconto più articolato (infatti, potrete trovare alla fine dell’eBook la versione breve della storia stessa con la quale aveva partecipato a un concorso molti anni fa), io ho trovato, come sempre, il suo stile impeccabile, risoluto, riconoscibile in quanto molto bene articolato, ricco di dettagli interessanti (e chi mi conosce, sa bene che amo le descrizioni) e soprattutto con una proprietà di linguaggio poco comune.

Quando acquisto un’opera di Monica Portiero vado a colpo sicuro, perché conosco il suo stile, so bene che sia in grado di creare storie diverse da quelle che si trovano in giro, ma soprattutto che sono raccontate con minuzia e professionalità e un grado di conoscenza degli argomenti che tratta sempre molto alto.

La Portiero ha sempre affermato che, oltre ad amare la scrittura, adora la lettura, è una persona molto preparata, professionale, intraprendente e attenta al dettaglio. Legge molto, si informa, si documenta, si prepara, studia. Un vero scrittore è tale soprattutto se ha una preparazione adeguata alla sua tenace voglia di migliorare, di sviluppare una carriera degna di nota.

Questa autrice scrive divinamente. Io la consiglio a chi ama le storie ben fatte, diverse dalle solite e soprattutto bene articolate, dove si nota da subito che la scrittrice è veramente brava e preparata.

LA STORIA.

La storia di Dot e Aiden mi ha colpito molto, in quanto mi sono detta dall’inizio, come poi si viene a scoprire nella storia stessa, che doveva essere accaduto qualcosa di rilevante il 4 Aprile, per le vicende narrate tra i due protagonisti. Questa data ricorre in tutto il racconto ma, alla fine dell’eBook, si scoprirà avere una certa rilevanza anche per l’autrice.

Dot e Aiden fanno parte di un gruppo musicale: i The Mask e vivono le stesse emozioni tra alti e bassi.

Dot che, in realtà, si chiama Gloria, è una chitarrista talentuosa, da sempre innamorata di Aiden, e subirà un cambiamento dall’inizio alla fine, diventando una persona consapevole di sé, dei suoi sentimenti e di ciò che può offrirle la vita e la carriera. Aiden è fidanzato con Casey, una ragazza stupida, viziata, capricciosa, ma soprattutto appiccicosa, troppo per i gusti dei componenti del gruppo, anche se nessuno osa replicare, neanche il manager dei ragazzi, Frank. Tutti tacciono, in pratica innanzi alla presenza fin troppo invadente della ragazza. Aiden, però, non ne sembra davvero innamorato, anche se va avanti per la sua strada e non può minimamente immaginare cosa lo aspetti in seguito.

Dot custodisce un segreto che la lega al ragazzo e soprattutto alla data: 4 Aprile.

Non voglio spoilerare, perché dovrete scoprire che cosa è successo in quella data e perché Dot ha tutte le intenzioni di nascondere il suo segreto. Ma la domanda è: ce la farà al prospetto di Aiden? Un ragazzo tanto attraente e volitivo, forte e osannato dalle fans da far perdere la testa a qualunque donna gli possa girare attorno?

Whatever happens di Monica Portiero

Questa storia è giovane, fresca, moderna (per quanto l’autrice abbia confessato di averla scritta molti anni fa) e sicuramente adatta a un pubblico che ama le opere leggere, di un certo tipo, ma soprattutto intraprendenti e ben scritte.

Se avessi potuto mettere dieci stelle, lo avrei fatto. Ripeto, ormai per me Monica Portiero è una garanzia e ogni volta che esce una sua opera io la compro a colpo sicuro, soprattutto se essa appartiene al genere che piace a me, come in questo caso.

Complimenti!

Tiziana Iaccarino.

Annunci

“Whatever happens”, la nuova opera letteraria dell’autrice Monica Portiero.

Monica Portiero è un’autrice di lungo corso che conosco già da moltissimi anni. Ha alle spalle una carriera di pregio e molto interessante, è una professionista del settore editoriale e una lettrice molto appassionata.

In passato ho avuto anche il privilegio e la fortuna di poter scrivere un racconto a quattro mani con lei dal titolo “La ragazza in mezzo al mare: un amore alle Canarie” che fu un vero successo delle classifiche di vendita on line nell’estate 2015.

Le sue opere più apprezzate sono davvero tante: da “La mia canzone per te” alla famosa serie de “La valle delle ombre”, da “Sorrell” a “Il bacio di Giuda”.

Le ho proposto questa intervista per parlare, però, della sua novità assoluta dal titolo “Whatever happens: qualunque cosa accada” che mi ha molto colpito sia per il titolo che per la trama, quindi vorrei che l’autrice direttamente ci raccontasse di questa sua nuova avventura letteraria.

Ciao Monica, grazie per aver accettato questa intervista per The Pink Cafè, vorrei chiederti quando e come è nata la storia di “Whatever happens: qualunque cosa accada” e come mai hai scelto un titolo inglese.

RISPOSTA:

Ciao Tiziana, ringrazio te per la gentilezza.

Mi piacciono molto i titoli in inglese e questo in particolare, perché si tratta del titolo di una canzone di Michael Jackson, canzone che mi sono sentita dentro per mesi.

Ha un significato speciale per me, anche se non strettamente legato al romanzo.

La storia è nata moltissimi anni fa. Quando dico moltissimi, intendo moltissimi. Gran parte delle storie che sto pubblicando adesso risale alla mia adolescenza. Direi che Gloria è “datata”.

amare chi non ti ama è già difficile ma amare chi si vede ogni giorno e invece sta con un’altra, diventa quasi insopportabile…

Ci spieghi questi due righi?

Whatever happens di Monica PortieroRISPOSTA:

È una nota introduttiva alla sinossi, un titolo, per così dire.

Riassume in breve lo stato d’animo della mia protagonista, Gloria, per gli amici Dot, in modo da dare al lettore un’idea di cosa andrà a leggere in seguito.

Aiden e Gloria sono impegnati costantemente alla realizzazione dei brani musicali, quindi trascorrono gran parte della giornata insieme. E con loro c’è anche Casey, la fidanzata di Aiden. La sua presenza è costante, cosa che diventa assai fastidiosa per Dot, il cui cuore minaccia di spezzarsi nel vederli assieme, soffrendo della gelida indifferenza che Aiden le riserva.

Chi è esattamente Gloria Elberg, la protagonista di quest’avvincente storia e cosa nasconde il suo passato?

RISPOSTA:

Gloria è una ragazza timida che ha un grande sogno: vuole diventare chitarrista di una rock band; ci riesce entrando nei “The Mask”, il gruppo di cui il leader è Aiden, il ragazzo di cui si innamora a prima vista.

Nel passato di Dot c’è l’adolescenza difficile di ragazzina con problemi di peso, odiata dalla maggior parte dei compagni di scuola per la sua diversità, anche caratteriale.

Se dovessimo parlare, invece, di Aiden, cosa ci racconteresti?

RISPOSTA:

Aiden non è il classico bello della situazione, anche se il suo aspetto fisico è superbo, fidatevi! Ha un temperamento artistico, a tratti ironico, molto equo. Anche lui ha una storia difficile e moti caratteriali che lo distinguono.

Questo sarà un amore ostacolato a causa di una serie di imprevisti, anche perché si tratta di un triangolo, in quanto Gloria, detta Dot, è segretamente innamorata di Aiden, ma lui è impegnato con Casey. Ci anticipi qualcosa di questa storia, senza svelare troppo?

RISPOSTA:

Il fulcro della storia sta nella data: il 4 aprile. Una data che Aiden e Gloria condividono. In questo giorno, moltissimi anni prima, era accaduta una cosa… Cosa che Aiden non ricorda più e che Dot deve dimenticare. Ma non può.

Il triangolo c’è ma non c’è, poiché una delle due non ha mai avuto una vera speranza di vita con Aiden.

Cos’altro dovranno aspettarsi i tuoi lettori prossimamente? Qual è la storia che stai scrivendo o che hai già nel cassetto e che tirerai fuori dopo questa?

RISPOSTA:

Ho moltissime storie quasi pronte, tra commedie, western, narrativa contemporanea e rosa, come sempre spazierò tra i generi, poiché non ce n’è uno che mi appartenga veramente e mi piacciono tutti.

Grazie per la tua disponibilità e cortesia e in bocca al lupo per tutto!

RISPOSTA:

Grazie a te e voi per la lettura e il sostegno costante.

Un abbraccio,

Monica.

Tiziana Iaccarino.