I self-publisher sono spesso costretti a imparare come promuoversi.

Il self-publishing ha abituato gli scrittori, sia emergenti che di maggior esperienza (che si sono adattati al progresso di un settore in continua espansione) a doversi occupare di tutto da sé quando realizzano un libro: dalla stesura alla realizzazione del progetto promozionale, magari facendosi aiutare da editor e grafici, beta readers (i lettori disponibili a … Continua a leggere I self-publisher sono spesso costretti a imparare come promuoversi.

Annunci

Come trovare la casa editrice che fa per voi.

Anche se il self-publishing ha ormai preso piede, e lo hanno ammesso persino alcune testate giornalistiche, facendo una concorrenza spietata alle case editrici (e qui parliamo sia di piccola che di media e di grande editoria), ci sono ancora molte autrici che aspirano a essere pubblicate da una realtà editoriale ben consolidata. A volte sono … Continua a leggere Come trovare la casa editrice che fa per voi.

Meglio la qualità che la quantità: i libri spessi non sempre contengono una storia di spessore.

L'altro giorno ho notato per caso sui social un post in cui una persona si lamentava del fatto che, a volte, i libri spessi non contengono pagine di spessore, qualitativamente parlando. Mi sono detta che, probabilmente, si riferisse ai self-publisher, anche se non ha lesinato una stoccatina alle case editrici che pubblicano storie simili a … Continua a leggere Meglio la qualità che la quantità: i libri spessi non sempre contengono una storia di spessore.

Promuoversi onestamente. Quanta fatica per gli autori.

Promuoversi onestamente nel web è fatica, sudore e ore spese davanti al computer, interagendo nei social, pubblicizzando nei vari gruppi seguendo le regole ed essere sempre super social per non farsi dimenticare. Questo articolo arriva da alcune considerazioni che leggo spesso nei gruppi, un argomento che suscita sempre interesse e stuzzica curiosità in tutti quegli … Continua a leggere Promuoversi onestamente. Quanta fatica per gli autori.

I libri che pubblicano le case editrici sono tutti qualitativamente buoni? Sfatiamo un mito.

Negli ultimi tempi ne ritrovo di ogni colore sui social network, ma qua non vi sto raccontando niente di nuovo, anzi... una cosa un po' risaputa per chi le cose le sa e le vuole capire, poi ci sono i sordi che non vogliono sentire etc etc... ma questa è un'altra cosa. Se pensate che … Continua a leggere I libri che pubblicano le case editrici sono tutti qualitativamente buoni? Sfatiamo un mito.

Sui social network si organizzano giveaway che premiano di continuo i lettori più attenti.

Se si è un po' social, nel senso buono e onesto del termine, e si amano i libri, magari si seguono gruppi di scrittori, blogger, recensionisti e addetti al settore editoriale, si scopriranno tante occasioni di poter leggere in modo meno dispendioso di quel che si pensa! Oggi come oggi, si sa, l'arte e la … Continua a leggere Sui social network si organizzano giveaway che premiano di continuo i lettori più attenti.

Se non sei social, sei out.

Tra le pagine di questo blog abbiamo avuto modo di raccontarvi, diverse volte, dell'importanza dei social network per un artista. E tra gli artisti, annoveriamo sicuramente anche gli scrittori. Uno scrittore che non è social, al giorno d'oggi, fa molta più fatica degli altri a farsi conoscere o anche solo a far sapere che esiste. … Continua a leggere Se non sei social, sei out.

Se hai un canale YouTube, puoi crearti persino un programma web tutto personalizzato per parlare di libri.

Oggi tutti usano i social network e, come ho detto anche nel mio manuale “Scrivere per lavoro. Come guadagnare dalla scrittura”, i maggiori mezzi di comunicazione attuale sono: Facebook, Instagram, Twitter e YouTube. Attraverso questi quattro social, tra i più innovativi e usati, potrete creare il vostro mondo di libri dedicato a voi come artisti … Continua a leggere Se hai un canale YouTube, puoi crearti persino un programma web tutto personalizzato per parlare di libri.

Gli autori che hanno doti socio-comunicative sono avvantaggiati nella promozione dei loro libri.

Abbiamo parlato in molte occasioni di promozione e soprattutto dei tanti mezzi social con i quali sia possibile parlare del proprio libro. Va detto che gli autori o le autrici che si dichiarano timidi hanno meno chances rispetto a chi ha doti caratteriali diverse, ma soprattutto socio-comunicative, nel senso che riescono a interagire facilmente con … Continua a leggere Gli autori che hanno doti socio-comunicative sono avvantaggiati nella promozione dei loro libri.